C’è da lavorare e servono rinforzi ma l’Avellino c’è. Con il Brescia finisce 1 a 1

233

Avellino – C’è ancora tanto da lavorare, in campo e sul mercato, ma la prima di campionato allontana molti dubbi sulla qualità dell’undici a disposizione di Toscano. La coperta è corta ma la qualità dei filamenti appare di buon livello, certamente migliore di quella dello scorso campionato.

Era il primo vero test della squadra biancoverde dopo un precampionato confusionario ed amaro, come pochi. Archiviato in tutta fretta il 3-4-3, i biancoverdi scendono in campo motivati e giocano alla pari contro un Brescia di belle speranze guidate dall’airone Caracciolo e ben messo in campo dall’ex milanista Brocchi.

Lupo2L’Avellino parte bene e per 20’ regala ai diecimila del Partenio un buon calcio poi la partita di addormenta con le due squadre che pensano soltanto a non prenderle. Più vivace la ripresa con i lupi che, pur non offrendo una gara scintillante, hanno dato segnali incoraggianti dal punto di vista dell’atteggiamento. Più che la prestazione dei singoli, tutti al di sopra della sufficienza tranne Mokulu, visibilmente in difficoltà, è piaciuto il carattere della squadra che ha saputo tenere alto il ritmo fino all’ultimo secondo. Dopo l’eurogol di Caracciolo, la squadra non si è scomposta ed ha trovato subito il pareggio con il solito Castaldo che di rapina ha battuto Minelli, in assoluto il migliore in campo insieme a D’Angelo che ha segnato, anche, il gol del vantaggio poi annullato per un fuorigioco, difficile da vedere, ma che c’era.

Il campionato è appena iniziato, c’è tempo per recuperare ma guai ad abbassare la guardia. Tutti devono fare la loro parte. Occorre sudare per recuperare il tempo perduto, servono come il pane un centrale, un esterno ed un attaccante di razza e soprattutto serve serenità attorno alla squadra. La salvezza è alla nostra portata.

 

 

TABELLINO

AVELLINO – BRESCIA 1 – 1

Reti: 10′ st Caracciolo, 20′ st Castaldo.

Avellino: Radunovic; Donkor, Biraschi, Diallo; Belloni (75’ Verde), D’Angelo, Omeonga, Lasik, Asmah; Castaldo, Mokulu.In panchina: Frattali, Perrotta, Crecco, Soumarè, Paghera, D’Attilio, Jidayi, Camarà. Allenatore: Domenico Toscano.

Brescia: Minelli; Somma, Lancini E., Calabresi, Coly; Bisoli, Pinzi, Martinelli (87’ Rosso); Morosini (59’  Ndoj); Bonazzoli (82’ Camara), Caracciolo. In panchina: Arcari, Crociata, Lancini N., Vassallo, Modic, Boniotti. Allenatore: Cristian Brocchi.

Arbitro: Federico La Penna della sezione di Roma 1.

Assistenti: Francesco Fiore della sezione di Barletta e Manuel Robilotta della sezione di Sala Consilina.

NOTE: Spettatori 10mila circa. Ammoniti: Morosini, Calabresi, Pinzi, Ndoj, Bisoli (B) Diallo (AV). Espulso Diallo (A) al 93’. Angoli 8-0 per l’Avellino. Recupero: 1′ pt e 3′ st.