Basket. La Scandone si rialza e vince a Venezia.

206

Venezia – Quattordicesima giornata del girone di andata del campionato italiano di legabasket.  Prima partita dell’anno 2013 per la Sidigas Avellino che va al Palataliercio a far visita alla Umana Reyer Venezia.

Coach Tucci per riscattare la striscia negativa di cinque sconfitte consecutive decide di partire col seguente quintetto base: Richardson, Spinelli, Ivanov, Hardy, Johnson; gli risponde coach Mazzon con Bulleri, Diawara, Young, Magro, Hubalek.

PRIMO QUARTO. La Sidigas parte male, idee confusionarie e difesa inesistente. Mattatore del primo quarto è Young. Richardson e Dean cercano di arginare l’allungo veneziano, ma lo scatto d’orgoglio che ci si aspettava dai biancoverdi per ora non c’è. La prima frazione si chiude sul 23 -14 per i lagunari.

SECONDO QUARTO. Piano piano, con Ivanov e Shakur, Avellino inizia a svegliarsi ed a rosicchiare punti, arrivando anche al -1. Ma Young è in serata di grazia e fa scappare di nuovo via la propria squadra. Sul più bello Avellino si scioglie, confusionaria e fallosa vede scappare di nuovo via Venezia senza battere ciglio, si va negli spogliatoi sul +9 per i locali (49-40).

TERZO QUARTO.  La Sidigas che entra in campo dagli spogliatoi è ben altra squadra rispetto a quella vista fino ad ora. Con Spinelli in regia, Ivanov e Dean sono inarrestabili. Un parziale di 15 a 2 per i biancoverdi dopo solo 4 minuti di gioco regalano alla Scandone il sorpasso. Si sveglia anche Dragovic che piazza due triple in un amen portando la Sidigas sul massimo vantaggio ad un minuto dal termine della terza frazione (57-66). Venezia non ci sta e si rifà sotto, si chiude il terzo quarto sul 63 a 68.

QUARTO QUARTO. L’ultima frazione di gioco inizia in maniera disastrosa per la Sidigas, ed i vecchi fantasmi ritornano nella memoria dei tifosi biancoverdi. Nonostante le due squadre si affrontino a viso aperto ribattendo colpo su colpo, dopo 5 minuti di gioco, Venezia riacciuffa i biancoverdi, grazie al solito Young ed all’ex Szewczyk (74-74). Da qui in poi, però, ricomincia la gara per gli uomini di coach Tucci. Dean è un furetto e mette dentro 5 punti di fila. Bulleri prova a suonare la carica, ma i tentativi dei lagunari sono vani. La gara termina sul 93-97.

Queste le parole di coach Tucci alla fine della gara: “Vittoria meritata, arrivata grazie all’apporto di tutti, siamo già proiettati verso la sfida salvezza contro Pesaro. Abbiamo un ottimo roster, fino ad ora c’è mancata fortuna e convinzione nei nostri mezzi, se riusciamo ad essere gruppo ed a giocare da squadra riusciremo a dimostrare tutte le nostre qualità.”

UMANA REYER VENEZIA – SIDIGAS AVELLINO 93-97 (23-14, 49-40,63-68, 93-97)

UMANA REYER VENEZIA: Clemente, Clark 3, Bulleri 9, Diawara 9, Marconato 6, Szewczyk 9, Young 23, Bowers 10, Rosselli 15, Magro 9, Hubalek, Candussi. All. Mazzon

SIDIGAS AVELLINO: Biligha, Salafia, Richardson 6, Spinelli 13, Ivanov 21, Tammaro, Hardy 12, Dragovic 12, Iurato, Shakur 8, Johnson 8, Dean 17. All. Tucci