Rinvio incontro sul futuro ex-Irisbus di Flumeri, Del Rosso convoca le parti

78

di Francesco Aufiero

FLUMERI – Ennesimo rinvio dell’incontro sul futuro della ex-Irisbus di Flumeri, che si sarebbe dovuto tenere oggi al Ministero dello Sviluppo Economico e nel quale si sarebbero conosciuti i dettagli del piano industriale di Industria Italiana Autobus.

Invece, le parti convocate, hanno ricevuto una lettera in cui l’ Industria Italiana Autobus dichiarava di essere costretta a chiedere un rinvio a causa del fatto che un’organizzazione sindacale avrebbe fatto trapelare su media e social network alcune indiscrezioni. I sindacati hanno giudicato questa come l’ennesima scusa per perdere tempo, quando invece bisognerebbe recuperare il grande ritardo accumulato nel rilancio dello stabilimento, con tante famiglie che aspettano risposte da troppo tempo.

Michele De Palma, numero uno della Fiom nazionale, interviene nel dibattito con un post su Facebook scrivendo: “Il ministero dello sviluppo economico ha rimandato l’incontro di oggi sulla rioccupazione e reindustrializzazione su richiesta dell’azienda per ragioni indecifrabili e assurde. È uno scandalo. La Fiom conferma che l’unico tavolo a cui parteciperà è quello da cui l’azienda vuol scappare perché ci deve dire dove produce gli autobus: in Italia o all’estero? I giochi sono finiti i lavoratori devono tornare tutti al lavoro”.

A sua volta, Industria Italiana Autobus – attraverso il suo presidente Stefano Del Rosso, presidente dell’Industria Italiana Autobus, ha convocato i sindacati, la Regione Campania ed Emilia Romagna, il Comune di Flumeri e Confindustria Avellino per il giorno 19 settembre alle ore 11,00 presso lo stabilimento di Valle Ufita con all’ordine del giorno: “Aggiornamento sullo stato di avanzamento del contratto di sviluppo – Cantierizzazione dello stabilimento di Flumeri”.