L’acqua continua a sferzare Lacedonia. Strade bombardate, un ponte ceduto: isolata una famiglia

175

LACEDONIA – Come se non fossero bastati i danni causati dalle abbondanti precipitazioni di lunedì sera, Lacedonia continua a soccombere sotto i colpi sferzanti della pioggia.

Nel tardo pomeriggio di ieri, nuovo maxi-temporale, e di nuovo sulle zone colpite due giorni fa. Contrada Macchialupo, contrada Isca e contrada Forna sono state letteralmente sommerse dalla furia dell’acqua, che stavolta ha portato a termine il lavoro cominciato il giorno precedente. Interi tratti di strade completamente distrutti, una famiglia del tutto isolata e ancora ore di vera angoscia.

Sul posto, il sindaco di Lacedonia Antonio Di Conza, il comandante della Stazione dei carbainieri, il maresciallo Andrea Casadei, e il capo della Polizia Municipale. Un ponte è crollato in contrada Isca, isolando di fatto una famiglia che già ieri aveva rischiato per il passaggio del fiume di fango a pochi metri dall’abitazione. Gravissimi poi i danni alle vie di comunicazione: quello che resta sembra l’effetto di un bombardamento. Colpita in particolare – come si evince dalle foto – la strada che collega il centro abitato di Lacedonia alla contrada Forna e al Lago San Pietro. La violenza delle precipitazioni ha letteralmente staccato interi pezzi di asfalto, e fatto sprofondare tratti di strada.

Situazione ai limiti del tragico, dunque: eccezionali le precipitazioni fuori stagione, che si spera possano cessare già dalla giornata di oggi.