Sturno e “Il culto di San Michele Arcangelo”: Sisto e Forgione presentano il loro libro

301

di Francesco Aufiero

STURNO – Martedì 27 settembre alle ore 19.00 a Sturno, presso la Chiesa di San Michele, ci sarà la presentazione del libro “Il culto di San Michele Arcangelo”.

Gli autori sono Domenicoantonio Forgione e Michele Sisto. Forgione si è laureato presso l’Istituto Superiore di Scienza Religiose “San Giuseppe Moscati “ di Avellino , ha già pubblicato per la collana “Finestre sulla storia” cenni storici su “Frigento e la sua Cattedrale”. Sisto , dottore di ricerca e cultore di storia locale, ha scritto in passato articoli e saggi relativi ai riti della devozione popolare e al culto di San Michele. Previsti gli interventi, alla presenza dell’Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi Pasquale Cascio, dello storico Gennaro Passaro, dell’editore Silvio Sallicandro , del dirigente scolastico Franco Di Cecilia, intermezzi musicali del maestro Luigi Sisto.

Il libro pone in evidenza l’identità di un popolo, quello sturnese, ricostruita attraverso la figura del Santo, che evidenzia una forte compenetrazione tra religiosità e storia civile. Un lavoro articolato su vari livelli: da quello relativo all’origine del culto micaelico alla sua diffusione e ai caratteri religiosi, leggendari, storici e civili.

La ricerca sottolinea la profonda devozione che il popolo sturnese ha praticato verso il suo “Santo” come testimoniano gli immutati sforzi per l’abbellimento e la ricostruzione dell’Abbazia ad esso dedicata, i continui riferimenti al Santo nella devozione popolare, nelle pratiche contadine, nella larghissima partecipazione degli sturnesi ai riti e alle feste, nella diffusione del nome Michele tra gli abitanti del paese.