Terremoto, Cgil di Avellino e artisti uniti in aiuto delle popolazioni colpite dal sisma

119

AVELLINO – La terribile tragedia del terremoto che ha sconvolto il Centro Italia lo scorso 24 agosto non ha lasciato indifferenti la Cgil di Avellino. Proprio per questo motivo nasce “Cgil Irpinia e artisti uniti per Accumoli, Amatrice e Arquata Del Tronto”, iniziativa messa in campo dal sindacato irpino per aiutare le popolazioni colpite dal tremendo sisma.

Un ciclo di nove eventi che si svolgerà sul territorio della provincia di Avellino e che prenderà il via il prossimo 15 ottobre, presso il Centro Sociale di Sant’Angelo Dei Lombardi, e proseguirà attraverso nove tappe, in altrettanti comuni della provincia, che conoscono molto bene l’immane tragedia del terremoto: si tratta di Calitri, Lacedonia, Montoro, Bisaccia, Sant’Andrea Di Conza, Solofra, Montella. Il 23 novembre (in una data non casuale) l’appuntamento sarà a invece Lioni, nell’unico mercoledì in un programma che si sviluppa durante i fine settimana.

Sono previste esibizioni dal vivo di band locali, letture di brani caratterizzanti la cultura italiana e dibattiti con lo scopo di coinvolgere anche i comuni limitrofi. Tutti gli artisti, precisa la Cgil, hanno aderito hanno aderito a titolo gratuito, in modo da offrire un segnale di vicinanza e solidarietà alle comunità colpite dal terremoto del 24 agosto.

“I fondi raccolti con questa iniziativa – fa sapere il sindacato irpino – saranno utilizzati per aiutare attività ed esperienze socio-culturale nei paesi colpiti dal sisma, dimostrando che con la cultura e la solidarietà si possono dare risposte concrete.”

“Intendiamo lavorare in questa fase che è post emergenza – si legge nel comunicato stampa diffuso dalla Cgil – per aiutare le popolazioni a restare, in quei luoghi, perché in questi momenti terribili, c’è il rischio della riduzione della soglia di attenzione per i terremotati in particolare bambini ed anziani. Se la memoria è la spina dorsale della storia la musica, letteratura, l’arte tutta, possono svolgere un ruolo fondamentale per contribuire alla ricostruzione di quelle comunità.”