Lioni, Servizio Civile al via per 37 volontari del Consorzio Alta Irpinia

228

LIONI – Il progetto di Servizio Civile Nazionale “Educare l’Autonomia Rispettando la diversità” – Bando 2016, proposto dal Consorzio dei Servizi Sociali “Alta Irpinia”, per l’impiego di 37 volontari nelle scuole presenti nei 25 Comuni dell’Ambito A3, avrà inizio questa mattina.

L’appuntamento con  i volontari è fissato presso la sede del Consorzio “Alta Irpinia” Ambito A3, Via Torricella n. 5, a Lioni. Ad attenderli ci sarà il presidente del Consorzio Stefano Farina, il direttore e responsabile del Servizio Civile Nazionale Generoso Trombetta, che forniranno tutte le indicazioni necessarie sia per lo svolgimento del servizio e sia per il percorso formativo che partirà nei giorni successivi alla data di avvio.

“La presenza dei volontari del Servizio Civile sul Territorio – spiega il presidente Farina – rappresenta una ricchezza in termini di risorse a livello di personale nella realizzazione di un servizio essenziale di assistenza degli alunni disabili, degli alunni con dsa e di quelli con bisogni educativi speciali. Una testimonianza dei valori dell’integrazione e della solidarietà, nonché un importante momento di riflessione e di orientamento per i giovani rispetto alle scelte future professionali.

Inoltre, il progetto contribuirà a consolidare una rete già attiva, permettendo anche di stabilire prassi comuni nell’attuazione degli interventi a favore di bambini e adolescenti in difficoltà. L’inserimento dei volontari del Servizio Civile consentirà un miglioramento del servizio di assistenza agli alunni in difficoltà sia  in termini quantitativi, ovvero di numero di utenti raggiunti dal servizio e di ore di assistenza garantite, sia in termini qualitativi ovvero  miglioramento della qualità dell’inclusione e della piena partecipazione alla vita scolastica di tutti gli  alunni con svantaggio – conclude il presidente”.

“Attraverso il progetto – sostiene il responsabile del Servizio Civile Nazionale Trombetta – si vuole dare continuità a quanto realizzato con i precedenti progetti di Servizio Civile, rispondendo alle esigenze degli alunni in difficoltà, delle famiglie e del personale scolastico di avere maggiore supporto nella gestione delle attività di integrazione scolastica e di sviluppo e mantenimento delle autonomie personali”.