Pianodardine, iniziano le procedure di rimozione delle ecoballe dallo Stir

149

AVELLINO – Al via le procedure per la rimozione delle ecoballe dai piazzali dello Stir di Avellino.

Questa mattina, presso gli uffici regionali competenti, è stato sottoscritto il verbale di consegna delle aree del sito tra i rappresentanti della Provincia, della società Irpiniambiente e dell’Ati Sarim srl – Bps srl che si è aggiudicata l’appalto per lo smaltimento.

L’Ati, che ha già effettuato un sopralluogo nell’impianto di località Pianodardine, procederà insieme all’Arpac alla caratterizzazione delle ecoballe tra due settimane, così come da crono programma. L’avvio delle operazioni di rimozione è previsto per la prossima primavera.

Nei piazzali dello Stir sono depositate 27.857 ecoballe, che risalgono alle gestioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Fibe.

Tra febbraio e marzo 2010 la società Irpiniambiente, con l’allora amministratore Francesco Russo, riuscì a smaltire 4.516 ecoballe presso il termovalorizzatore di Acerra, inaugurato qualche mese prima dall’ex presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi. Un’attività che fu portata avanti grazie alla stretta collaborazione con il generale Mario Morelli, comandante Logistico Sud e coordinatore dell’Unità Stralcio e dell’Unità Operativa per l’emergenza rifiuti, con il generale Antonio Monaco, capo di Stato Maggiore del Comando Logistico Sud e responsabile dell’unità operativa e con l’Assessorato all’Ambiente della Provincia, guidato all’epoca da Domenico Gambacorta, che ora nella veste di presidente dell’Ente esprime grande soddisfazione per l’avvio delle procedure di rimozione.

Presente all’incontro di questa mattina in Regione – insieme all’amministratore unico di Irpiniambiente, Nicola Boccalone – il consigliere provinciale con delega al Ciclo dei rifiuti, Stefano Farina. “Finalmente vanno via le migliaia di tonnellate di ecoballe che da anni giacciono nei piazzali dello Stir di Pianodardine – dichiara Farina – Una preoccupazione in meno per i residenti della Valle del Sabato, che denunciano da tempo l’inquinamento della zona. Doveroso il ringraziamento al Governatore Vincenzo De Luca, che ha mantenuto le promesse e con la Struttura di Missione regionale è riuscito nel giro di un anno ad avviare lo smaltimento delle ecoballe dai siti campani.

Il presidente Gambacorta e il consigliere Farina ribadiscono il massimo impegno della Provincia a monitorare le operazioni di rimozione dallo Stir di Pianodardine e a garantire il supporto dell’Ente per tutte le attività programmate.