Roma, delegazione di sindaci sanniti all’assemblea organizzata dall’Anci a Montecitorio

232

ROMA – “Anche noi Sindaci sanniti componenti dell’Anci abbiamo voluto essere lì per ricordare che siamo quotidianamente in prima linea sulle principali questioni del nostro territorio e per chiedere al Governo una maggiore presenza e supporto”.

A dichiararlo il sindaco di Telese Terme, Pasquale Carofano – componente del direttivo di Anci Campania; il vicesindaco di Foglianise, Giovanni Mastrocinque – componente del direttivo regionale e nazionale dell’Anci e Antimo Lavorgna, sindaco di San Lorenzello – componente di Anci Campania.

“L’emozione di sederci ieri mattina tra gli scranni dell’Aula di Montecitorio – continuano gli amministratori – è stata tanta. Un luogo che nelle intenzioni dei nostri Padri Costituenti incarna l’essenza democratica ed ha un significato unico nella storia civile e politica degli abitanti di questa Nazione nel quale con la presenza di numerose fasce tricolore si è ridisegnata al cospetto della Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, l’intera geografia del nostro Paese”.

L’occasione è stata quella del secondo incontro istituzionale organizzato dall’Anci nella sede della Camera dei Deputati che ha visto oltre 600 Sindaci di ogni parte d’Italia incontrare e confrontarsi con la presidente Laura Boldrini; il Ministro degli Interni, Angelino Alfano; il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti.

“Abbiamo potuto condividere con gli altri amministratori – rileva il trio tricolore – quali sono le urgenze e le priorità dei nostri Comuni dalle politiche ambientali all’accoglienza; dalla cultura all’integrazione; dal welfare alle politiche di genere. L’emozione è stata tanta quando abbiamo potuto incontrare e sentire dalla viva voce dei Sindaci colpiti dal terremoto il dolore per una terra ferita che ha chiesto con fermezza di non essere abbandonata.

Con fierezza abbiamo deciso di essere a Roma nell’Aula di Montecitorio a rappresentare i nostri Comuni, la nostra Provincia, la nostra Regione perchè indossare il tricolore è qualcosa che ci riempie di orgoglio e ci sprona quotidianamente ad operare per il bene dei nostri territori. Ci uniamo all’appello lanciato dal presidente del Consiglio nazionale Anci, Enzo Bianco, che chi offende la reputazione dei Sindaci offende uno dei patrimoni della democrazia della nostra Nazione.

E ancora condividiamo le parole del presidente Anci, Antonio De Caro che a nome di tutti i Sindaci ha chiesto al Governo di non lasciarci soli, di ascoltare le nostri voci che sono espressione di una terra che non deve essere abbandonata dallo Stato, dotando chi guida i Comuni di nuovi strumenti, di nuove risorse, liberandoci dai vincoli che soffocano e non permettono di aiutare i cittadini”.

Il momento più toccante dell’assemblea è stato sicuramente l’intervento del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, comune recentemente devastato dal sisma, che ha lanciato un accorato appello alle istituzioni. Il sindaco di Amatrice ha chiesto una moratoria delle tasse nelle zone colpite dal sisma e, soprattutto, ha sottolineato la necessità di “non essere lasciati soli”.