Report sulla sanità di Rai3, Belmonte: Pietradefusi parte lesa

135

PIETRADEFUSI – Le inchieste di Report, targate Milena Gabanelli, fanno tappa in Irpinia.

Parlando di contraffazione dei farmaci, le telecamere di Rai Tre arrivano, infatti, nel Comune di Pietradefusi dove, per un breve periodo, ha avuto sede una ditta indagata al centro dello scandalo. Indignati i cittadini di Pietradefusi, sconfessati i detrattori dell’Amministrazione comunale che in settimana avevano invitato tutti a guardare il servizio per capire lo stato di degrado in cui vivono i pietradefusani tra “corruzione e malaffare”.

pietradefusi-300x145

In realtà, come la puntata di ieri sera ha ampiamente dimostrato, Pietradefusi ed i suoi abitanti sono del tutto estranei all’inchiesta portata avanti e condotta da Gabanelli & soci che riprende, soltanto per una manciata di secondi, una tabella segnaletica di Pietradefusi. Questo perché un’azienda, la “Farmaceutica Internazionale”, aveva affittato da un privato, nella zona industriale di Pietradefusi, dei locali ad uso deposito. Quando nel 2014 i farmaci – pare contraffatti – sono stati venduti in Germania, la società era già scomparsa da Pietradefusi ed il suo magazzino svuotato in un giorno.

Intanto insorge il web e in tanti parlano di “un serio danno di immagine per Pietradefusi” che viene trascinato “a forza e senza che ve ne siano i motivi”  in una inchiesta giornalistica di grande rilevanza mediatica.

“Pietradefusi è un paese sano e di persone perbene – ha dichiarato il Sindaco, Giulio Belmonte – che ha una zona industriale tra le più efficienti d’Irpinia, che da lavoro a più di settecento unità e che non c’entra assolutamente nulla con l’inchiesta della Gabanelli che è stata utilizzata, invece, da qualcuno per continuare a seminare odio e menzogne. Il loro libro delle falsità – conclude il Sindaco – si arricchisce di una nuova pagina. I fatti, come sempre, ancora una volta danno ragione a questa Comunità ed a quanti, tutti i giorni, sono in prima fila e invece di scrivere fandonie sul web si impegnano concretamente per la crescita di Pietradefusi e di tutti i suoi abitanti”