Vallata, la Provincia sulle sue strade: subito la SP 281, tempi più lunghi per la SP 91 Bis

238
  • vai qui per vedere il nostro servizio sull’argomento

VALLATA – “Di sicuro l’ingegnere Marro relazionerà circa lo stato disastroso delle nostre strade al presidente Gambacorta, totalmente assente nelle nostre zone”.

E’ una vera e propria stilettata quella che il sindaco di Vallata, Giuseppe Leone, lancia all’inquilino di Palazzo Caracciolo, Domenico Gambacorta, dopo l’incontro di ieri con il dirigente del Settore Viabilità e Trasporti della Provincia, l’ingegnere Antonio Marro. Accompagnati dal presidente di Confapi Giuseppe Solimine, Leone e Marro hanno effettuato un giro di perlustrazione sulla SS 91 Bis Vallata-Scampitella e poi sulla SP 281 Fondo Valle Ufita, che conduce verso il nucleo industriale di Flumeri e verso Ariano Irpino, per verificare di persona lo stato in cui versano entrambe le vie di comunicazione.

Il sindaco Leone e l'ingegnere Marro perlustrano la SS 91 Bis
Il sindaco Leone e l’ingegnere Marro perlustrano la SS 91 Bis

L’ingegnere Marro ha assicurato tempi brevi per quel che riguarda il rifacimento di quest’ultima arteria. “Era già in programma”, ha aggiunto colloquiando con il primo cittadino. Ci sarà ancora da attendere per quel che riguarda invece la SP 91 Bis, che collega i comuni della Baronia all’area Pip di Vallata, dove sono impiegati centinaia di addetti. La condizione delle vie di comunicazione è un tema sul quale il sindaco Leone sta puntando molto: nelle scorse settimane aveva addirittura minacciato di bloccare le strade in caso di mancate risposte da parte di Palazzo Caracciolo. L’incontro di ieri è servito a sfumare questa posizione, che però potrebbe tornare d’attualità se dovessero verificarsi ulteriori ritardi.

“Dire che sono soddisfatto di questo risultato sarebbe eccessivo – ha commentato a botta calda il primo cittadino -, ci limitiamo a prendere atto della parola che ci è stata data in merito alla SP 281. Noi speriamo che la Provincia si renda conto davvero della situazione in cui versano queste arterie, che sono le più utilizzate non solo dai cittadini di Vallata, ma da quelli di tutta la Baronia”.