Il Benevento torna a Roma, Iemmello: Bene contro l’Inter, ma puntiamo a fare risultato a Verona

302

ROMA – Il Benevento è partito alla volta di Roma, dove alloggerà in questi dieci giorni di sosta per preparare la vitale trasferta di Verona, contro i gialloblù di Pecchia.

Un appuntamento, quello del Bentegodi, che può essere vista come una sfida tra pericolanti: non è affatto un mistero, infatti, che sia la panchina scaligera che quella di Baroni sono sotto osservazione. Le ultime prestazioni – rispettivamente in trasferta contro il Toro e in casa contro l’Inter – sembrano aver dato nuova linfa ai due allenatori, che ora però sanno di giocarsi, in uno scontro diretto, buona parte delle possibilità di proseguire alla guida della propria squadra.

Non a caso, gli allenatori liberi – da Colantuono a Iachini, da Reja a Oddo – sono stati associati anche alle panchine di Benevento e Verona, oltre che del Genoa.

I giallorossi, però, hanno dato forti segnali di reazione, sfiorando a più riprese il pari contro l’Inter (sarebbe stato il primo punto in campionato). Proprio per questo, i giocatori sanno di essere sulla strada giusta. La squadra è viva, e lo sa anche l’allenatore. “Ci portiamo a casa la prestazione contro i nerazzurri, ma questa sosta arriva nel momento opportuno – spiega Pietro Iemmello, attaccante -, perché possiamo lavorare di più e recuperare gli indisponibili. Verona sarà una gara cruciale, uno scontro diretto fondamentale”.

Proprio la punta è rientrata domenica dopo alcune giornate trascorse a guardare. Il suo ritorno, con quello di Djimsiti e di D’Alessandro (migliore in campo al Vigorito), sembrano aver dato un po’ di vigore in più alla Strega.