Al Partenio passa lo Spezia, i Lupi falliscono l’esame playoff

96

di Francesco Aufiero

AVELLINO – Esame playoff fallito al Partenio-Lombardi per l’Avellino di Tesser. Lo Spezia di Di Carlo passa con una rete di Acampora ad inizio ripresa.

Avellino in campo con il solito 4-3-1-2: Frattali in porta, difesa sulle fasce con Pisano e Visconti, Jidayi e Biraschi al centro. Paghera da regista, Arini e Gavazzi mezzali, Bastien dietro le due punte Mokulu e Castaldo. All’8’ Gavazzi crossa per Mokulu, in scivolata l’attaccante manda fuori. Piccolo, al 12’, si libera ma calcia centralmente. Due minuti dopo Castaldo si libera in area e calcia, pallone deviato. Al 15’ cross di Bastien, Mokulu colpisce di testa da ottima posizione, traversa centrata in pieno. Ancora da un angolo, al 28′, occasionissima per i lupi: Visconti crossa, testa di Castaldo e pallone di pochissimo fuori. Lo Spezia reagisce: al 30’ Errasti manda alto da ottima posizione e un minuto dopo Piccolo si libera in area calcia ma Frattali riesce a respingere. Ancora gli ospiti: Calaiò, al 33’, salta Pisano ma il suo diagonale finisce fuori.

castaldopiange

La ripresa si apre con Nica al posto di Pisano, ma subito Spezia in vantaggio: al 3′ Sciaudone serve Acampora che, da ottima posizione, poco dentro l’area, con un diagonale supera Frattali. Spezia vicino al raddoppio: Acampora, al 10’, supera Nica e passa per Calaiò che serve per l’accorrente Errasti, il destro sfiora il palo. Siluro di Sciaudone, al 19’, dai venti metri con la palla di poco a lato. L’Avellino reagisce: al 19′ Tavano serve Mokulu che mette in condizione Gavazzi di calciare, tiro fuori. Lupi sempre in attacco: al 23′ Tavano calcia da fuori area, pallone deviato in angolo.

Occasionissima al 26′: Castaldo approfitta di un errore dello Spezia, da dentro l’area calcia ma fuori. Ottimo cross al 39′ Visconti, Castaldo non riesce a stoppare la palla. Nenè, al 40’, lancia Calaiò che solo davanti a Frattali manda a lato clamorosamente. I lupi hanno attaccato tanto nel secondo tempo, tanti cross ma la difesa ospite ha sempre respinto , disimpegnadosi bene. Tavano e Sbaffo subentrati hanno dato poco.

La lucidità sotto porta è mancata, il pari sarebbe stato il risultato più giusto, ma alla fine è il campo che parla. L’Avellino si allontana dai playoff, adesso sono 5 i punti che la separano dall’ultimo posto utile. Nel prossimo turno trasferta delicata per l’Avellino che andrà sul campo dell’Ascoli una squadra che lotta per non retrocedere, bisogna invertire la tendenza e conseguire un risultato positivo.

AVELLINO-SPEZIA: 0-1

AVELLINO (4-3-1-2): Frattali; Pisano (1′ st Nica), Jidayi, Biraschi, Visconti; Paghera, Arini (31′ st Sbaffo), Gavazzi; Bastien (18′ st Tavano); Castaldo, Mokulu. A DISP.: Offredi, Pucino, Joao Silva, D’Attilio, Chiosa, Migliorini ALL.: Tesser.

SPEZIA (4-3-3): Chichizola; De Col, Postigo, Terzi, Migliore; Acampora (41′ st Vignali), Errasti, Sciaudone (26′ st Postigo); Piccolo (33′ st Nenè), Calaiò, Ciurria. A DISP.: Sluga, Juande, Krvzic, Ciurria, Misic, Tamas ALL.: Di Carlo.

MARCATORI: 3′ st Acampora

ARBITRO: Daniele Chiffi della sezione di Padova. Assistenti: Stefano Liberti della sezione di Pisa e Giuseppe Borzomì della sezione di Torino. Quarto uomo: Matteo Marchetti della sezione di Ostia Lido Ammoniti: Gavazzi (A), Sciaduone (S). Recupero: 0′ pt, 2’ st.

ANGOLI: 12-1