Alluvione, approvato ordine del giorno di Mortaruolo in Consiglio regionale

151

NAPOLI – “Ringrazio tutti i colleghi consiglieri, sia di maggioranza che di opposizione, che hanno sostenuto il mio ordine del giorno a favore delle imprese colpite dall’alluvione nel Sannio, al fine di mitigare i danni e sostenere la ripresa, e finalizzato ad individuare, anche con il sostegno del Governo, risorse finanziare necessarie per il ripristino delle infrastrutture danneggiate. Ho inoltre ritenuto opportuno inserire anche misure a favore della messa in sicurezza del nostro territorio.”

Così il consigliere regionale del Partito Democratico, Erasmo Mortaruolo, commenta l’approvazione all’unanimità da parte del Consiglio regionale della Campania dell’odg da lui presentato e riguardante gli eventi alluvionali che hanno colpito il Sannio lo scorso 15 e 19 ottobre, per i quali, ricordiamo, è stato proclamato anche lo stato di emergenza nazionale.

Con questo ordine del giorno il Consiglio regionale impegna la Giunta della Regione Campania ad attivare, anche all’interno degli accordi in corso di realizzazione con il Governo, le misure previste dall’art. 26 della Legge di Stabilità con una prima disponibilità di risorse finanziarie consistenti (20 milioni di euro) il risarcimento dei danni subiti dalle imprese del Sannio colpite dall’evento alluvionale ed ad attivare anche tutte le forme di intervento possibile all’interno della nuova programmazione per il sostegno alla ripresa e allo sviluppo delle imprese dell’area colpita dall’alluvione.

Inoltre si richiede l’attivazione di misure specifiche per il Sannio all’interno degli interventi e delle risorse disponibili nel piano idrogeologico nazionale ed individuare nell’ambito del POR FESR 2014/2020, nell’ambito dell’asse V ‘Prevenzione rischi naturali e antropici, finalizzato alla messa in sicurezza del territorio’  con misure specifiche per ridurre il rischio idrogeologico nel Sannio.

Infine si impegna la Giunta regionale a sollecitare il Governo per presentare formalmente domanda di accesso al Fondo di Solidarietà europeo e di individuare unitamente con il Governo ulteriori risorse finanziarie necessarie per consentire di far fronte agli interventi di rimessa in condizioni di normalità infrastrutture e aree compresa la rimozione dei detriti e delle produzioni industriali deteriorate.

In Consiglio regionale sono state approvate anche misure per pagare gli stipendi arretrati agli operai idraulico-forestali, attraverso uno stanziamento di tre milioni di euro come anticipo. Con l’approvazione del DEPF, dal prossimo anno la situazione dovrebbe tornare alla normalità, in quanto la dotazione finanziaria destinata al settore offrirà certezza delle risorse.

Inoltre nella Legge di Stabilità è prevista l’approvazione di un piano di valorizzazione delle produzione tipiche agroalimentari della Campania, finalizzato a sostenere il turismo enogastronomico, a promuovere candidature delle tradizioni tipiche campane in ambito Unesco e a sostenere il riconoscimento della Dieta Mediterranea come Patrimonio immateriale dell’Umanità. Per queste iniziative sono previsti 500.000 euro per ciascuno dei prossimi tre anni. Un’opportunità importante per le aree interne ricche di prodotti enogastronomici di eccellenza.