AMMINISTRATIVE ’16 | M5S, Luigi Di Maio a Benevento: Liberare la città da chi l’ha distrutta

188

BENEVENTO – Visita, ieri sera, di Luigi Di Maio a Benevento. Il vicepresidente della Camera ha presenziato a una manifestazione in sostegno del candidato pentastellato Marianna Farese.

Ecco di seguito il comunicato fattoci pervenire dai Grilli Sanniti. Lo riportiamo integralmente.

Un Hotel President pieno all’inverosimile è stato teatro dell’appuntamento che ha visto ieri sera protagonista il vicepresidente della Camera dei Deputati Luigi Di Maio, che ha chiuso l’evento con un’analisi dettagliata della situazione economica italiana proponendo, secondo le linee guida del Movimento, un’idea di governo a 5 stelle. Parole adatte anche alla situazione di Benevento e alla corsa alla carica di sindaco che vede protagonista Marianna Farese. La candidata M5S ha ricordato l’alluvione, a sette mesi esatti dal 15 ottobre, sollevando la questione annosa della Tari, aumentata al 4% nell’ultimo, contestatissimo, consiglio comunale: malgrado la tanto vantata “filiera istituzionale” sindaco e vicesindaco nulla hanno fatto per sgravare i cittadini colpiti da questo ulteriore onere.

Valeria Ciarambino, capogruppo del M5S nel Consiglio Regionale, ha ricordato come gli unici soldi giunti a Benevento in sette mesi siano dovuti proprio al taglio degli stipendi dei consiglieri regionali pentastellati, mentre il rappresentante del PD, Mortaruolo, sta rinviando sine die la Commissione che dovrebbe discuterne. Un intervento, il suo, che ha contribuito a rendere calda l’atmosfera nella sala conferenze prima della presentazione dei 32 candidati del Movimento. Brevi ma vibranti le testimonianza di Antonio Federico, consigliere regionale in Molise, e Rosa Barone, consigliere comunale a Foggia. Il vicepresidente della Camera è rimasto colpito dall’affluenza registrata e ha auspicato che la stessa partecipazione possa esserci al fianco del Movimento nella vita quotidiana.

“A noi interessa che a governare l’Italia e Benevento non siano le stesse persone che hanno contribuito a distruggerle. C’è bisogno di un voto di coscienza e partecipazione, di un voto consapevole”, ha detto Di Maio. Liberare la città dai politici di professione che l’hanno indebolita. Questa la parola d’ordine di tutti gli interventi. La stessa che sarà ripetuta sabato 21 maggio quando arriveranno in città, tra gli altri, anche Alessandro Di Battista, Roberto Fico e Carlo Sibilia nell’ambito della “Festa della Partecipazione” in programma a Piazza Castello.