Amts: ore decisive per la firma “salva stipendi”

182

Per la firma, è questione di ore. Sperando che non siano tese come quelle vissute ieri pomeriggio a Palazzo Mosti, dove un gruppo di dipendenti dell’azienda comunale di trasporti insieme ai rappresentanti sindacali hanno deciso di occupare ad oltranza la sala consiliare, fino allo sblocco della vertenza che li tiene senza stipendio da due mesi, minacciando inoltre di tenere gli autobus fermi in deposito per l’.intera giornata di oggi. Un’azione forte, come l’ansia di non conoscere il proprio futuro lavorativo e l’angoscia provocata dal mancato pagamento degli stipendi. E dopo l’ennesimo slittamento della firma, è esploso il malcontento che cova ormai da settimane, originato dal taglio al contratto di servizio operato dal Comune e acuito dal lodo per il parcheggio di Porta Rufina.

E così ieri, in serata, sotto la pressione della protesta, il sindaco Fausto Pepe, l’assessore delegato Luigi Abbate e il reggente pro-tempore dell’Amts, Pino Petito, hanno messo a punto il testo dell’accordo che dovrebbe finalmente chiudere la vertenza con i creditori. Pressochè immutati i termini del previsto accordo.

Le parti si incontreranno questo pomeriggio a Palazzo Mosti per suggellare l’intesa da formalizzare poi a Palazzo del Governo alla presenza del Prefetto. Il Comune di Benevento si impegnerà a pagare i due milioni e quattrocento mila euro in beni immobili, eccetto 900mila euro liquidi. Tre le trance previste: la prima di 400mila euro ad agosto, la seconda di 300mila euro a dicembre, i restanti 200mila euro a maggio del 2014. In questo modo verrebbe chiusa la contesa con gli imprenditori che, nell’accordo, rinunceranno al pignoramento ed altri provvedimenti nei confronti dell’azienda, accettando il pagamento dilazionato.

In pratica quello che non si è fatto venerdì scorso in Prefettura, verrà ratificato nelle prime ore del pomeriggio a Palazzo Mosti. Da una dichiarazione d’intenti dunque, si passa a sottoscrivere una scrittura privata dal valore legale che consentirà lo sblocco degli stipendi di marzo e aprile ad un centinaio di lavoratori Amts.

Anche oggi gli autobus cittadini effettueranno il loro servizio regolarmente, ma i lavoratori però torneranno a occupare anche oggi Palazzo Mosti, almeno fin quando non ci saranno le firme messe nero su bianco. Scripta manent.