Aquilonia, le associazioni rispondono all’assessore Annunziata: Noi volontari, mai ricevuto ristoro dal Comune

227

AQUILONIA – Dopo la brutta pagina di sabato scorso, quando un giovane disoccupato di Aquilonia ha occupato la stanza del sindaco reclamando il pagamento di spettanze arretrate e minacciando di lanciarsi nel vuoto, riceviamo e pubblichiamo una nota da parte di quattro associazioni aquiloniesi.

“Le associazioni A.C. Aquilonia, Aquilonia nel Cuore, Compagnia San Francesco e Pro Loco Aquilonia, si sono riunite in riunione congiunta, in merito alle dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’assessore Mirco Annunziata sui fatti che hanno portato Michele Di Benedetto a un gesto eclatante per chiedere il compenso a lui spettante in virtù del lavoro prestato durante l’evento “Il segreto della grande quercia”, organizzato dall’amministrazione comunale. 

Nel ribadire la propria solidarietà a Michele, le associazioni vogliono precisare quanto segue:

  • che hanno svolto la loro attività in modo volontario e per il bene del territorio senza ricevere dal Comune di Aquilonia nessun ristoro;
  • che Michele Di Benedetto nulla ha a che vedere con le associazioni in merito al lavoro di guardiania presso l’evento “Il segreto della grande quercia”.

Pertanto, invitiamo chi di competenza a risolvere quanto prima questa situazione incresciosa senza dare ad altri la responsabilità dell’accaduto.

Egidio Ciliento (A.C. Aquilonia)

Vito Pastore (Aquilonia nel Cuore)

Angelo Sibilia (Compagnia San Francesco)

Giovanni Tartaglia (Pro Loco Aquilonia)”.

  • Leggi qui e qui la cronaca della mattinata di sabato
  • Leggi qui la posizione dell’amministrazione, espressa dall’assessore Mirco Annunziata