Aquilonia, si barrica nell’ufficio del sindaco: Ridatemi i soldi o mi lancio nel vuoto

284

AQUILONIA – Si è introdotto nella casa comunale, precisamente nell’ufficio del sindaco, si è barricato all’interno della stanza e minaccia di lanciarsi dal balcone.

Ecco quanto sta avvenendo ad Aquilonia.  Il protagonista di questa storia è un ragazzo di 34  anni, Michele Di Benedetto, di Aquilonia. Il ragazzo è attualmente disoccupato.

Il ragazzo ha prestato servizio come guardiano allo spettacolo della “Grande Quercia” e alla pista di pattinaggio. Michele avrebbe lavorato per 70 notti, con il compenso pattuito di 50 euro a notte. La decisione di barricarsi nella stanza del sindaco sarebbe dettato dal fatto che il ragazzo sostiene di non aver percepito compenso alcuno.

“Ero senza contratto, sono andato a lavorare perché mi sono fidato. Non aprite perché mi butto giù”, queste le parole di Michele Di Benedetto. Aggiungendo anche che aprirà la porta dell’ufficio del sindaco solo quando verrà pagato.

Sul posto sono giunti carabinieri e Vigili del Fuoco. La situazione è ancora in divenire.

aquilonia