Arcidiocesi di Benevento: udienza riservata con Papa Francesco nel ricordo di San Pio

55

Ieri, mercoledì 20 febbraio, circa 2500 fedeli provenienti dall’intera Arcidiocesi di Benevento sono stati accolti presso la Basilica di San Pietro in Vaticano, ai piedi dell’altare della Cattedra, per prendere parte ad un udienza riservata con Papa Francesco. La delegazione sannita era capeggiata dal Vescovo mons. Felice Accrocca, accompagnato da numerosi sacerdoti e sindaci in rappresentanza delle comunità parrocchiali e civili della diocesi.

Con questo incontro si è voluto ricambiare la storica visita in terra beneventana del Pontefice dello scorso 17 marzo quando si recò a Pietrelcina in occasione del centenario dell’apparizione delle stimmate permanenti di San Pio e del cinquantesimo anniversario della sua morte.

E l’udienza di ieri si è svolta proprio nel ricordo di San Pio, in un clima di spontanea cordialità. Il Papa è rimasto colpito dal numero dei presenti  – “Siete tanti, sembra una canonizzazione” – e ha salutato tutti ringraziandoli per la “calorosa accoglienza” a lui riservata nel viaggio a Pietrelcina, segno di “finezza dell’anima”, e ricordando con piacere e commozione i tanti malati incontrati in quella circostanza.

Francesco ha poi continuato condividendo alcune riflessioni e invitando i presenti a considerare che: “Padre Pio si distinse per salda fede in Dio, ferma speranza nelle realtà celesti, generosa dedizione alla gente, fedeltà alla Chiesa, che ha sempre amato con tutti i suoi problemi e le sue avversità…. lui ha amato la Chiesa come era, non l’ha distrutta con la lingua, com’è di moda fare adesso. Sull’esempio di san Pio – ha proseguito il Papa – non stanchiamoci di annunciare la bontà e la misericordia con la testimonianza della nostra vita;… alle volte si deve parlare ma incominciate con la testimonianza, vivete come cristiani, testimoniando che l’amore è più bello dell’odio, che l’amicizia è più bella dell’inimicizia, che la fratellanza fra tutti noi è più bella della guerra”.

La visita alla Città Eterna dei pellegrini beneventani si è conclusa nel pomeriggio con la celebrazione della S.Messa, presieduta dall’arcivescovo mons. Felice Accrocca, presso il Santuario del Divino Amore.