Ariano Irpino: tutto pronto per accogliere il Presidente della Repubblica Mattarella

401

Il 5 settembre il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà ad Ariano Irpino. Il Capo dello Stato presenzierà i lavori congressuali della giornata di apertura del meetingLe Due Culture“, organizzato dall’istituto di ricerche Biogem e giunto ormai alla sua X edizione,  che avrà per tema “Cosmologia, l’uomo eterno Ulisse nell’infinità dei mondi“.

Il Presidente Mattarella, dunque, visiterà il Tricolle e il centro biomedico presieduto dal prof. Ortensio Zecchino. Si tratta del terzo Presidente della Repubblica a recarsi ad Ariano dopo Antonio Segni nel 1962, all’indomani del terremoto che colpì l’Appennino campano, e Francesco Cossiga nel 1988, in occasione delle celebrazioni per il I centenario della morte di Pasquale Stanislao Mancini.ariano

Il convegno “Le Due Culture”, che quest’anno si concluderà il 9 settembre con la lectio del fisico prof. Antonino Zichichi, intende superare gli antichi steccati tra cultura scientifica e quella umanistica perseguendo l’obiettivo di costruire un sapere integrale ed universale che sia sintesi di esse senza disconoscerne le specificità: allora si confronteranno su temi fondamentali della ricerca scientifica non solo scienziati e medici, ma anche filosofi, teologi, intellettuali e politici. Sarà una cinque giorni molto intensa durante la quale si susseguiranno dibattiti, tavole rotonde, convegni e incontri con il pubblico. Un’incredibile fucina di proposte e di attività che negli anni ha permesso al meeting di acquisire un’importante dimensione nel panorama culturale sia nazionale che internazionale, facendo conoscere ed apprezzare l’operato dell’ente organizzatore, la Fondazione Biogem.

Biogem opera nell’ambito della ricerca genetica e biotecnologica nei campi della biologia umana, animale e vegetale: in particolare sostiene la ricerca di tipo farmacologico e quella volta a far luce su sviluppo e progressione di malattie umane endocrine e neurodegenerative. La Fondazione mira così a conseguire sempre migliori risultati che conducano a nuove e più efficaci applicazioni diagnostiche e terapeutiche.