Ariano, Psi: Città sempre più isolata ed abbandonata a se stessa

125

ARIANO IRPINO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa del Psi – Sezione Ireneo Vinciguerra di Ariano Irpino.

Se non ora quando?

Se non ora quando? Eh si, ci viene in mente questo conosciuto modo di dire quando pensiamo alla città di Ariano, città, a dire il vero, non sappiamo ancora per quanto, stando a come è amministrata in quest’ultimo decennio.

A quanto pare, ai nostri cari amministratori manca l’abitudine alla programmazione, ma forse, a dire il vero, manca l’amore per la propria città, a tal punto da far scivolare Ariano sempre più in basso, sempre più isolata e abbandonata a se stessa, non in grado di essere più attrattiva come un tempo.

Dai parcheggi, alle opere pubbliche incompiute, alla mancanza di un’idea di città su cui investire affinché qualcuno possa puntarci per insediare attività produttive in grado di dare lavoro ai nostri giovani per non farli andare via.

Si aggiunge a tutto questo una pessima gestione di quei pochi fondi per la cultura e il turismo che si rendono disponibili. Diciamocelo chiaramente, l’estate arianese si regge soprattutto sul lavoro di tante associazioni, in molti casi a titolo gratuito, che progettano grandi manifestazioni per portare in alto il nome della città, e cosa fa questa amministrazione? Semplice, non ne comprende il giusto valore, non le supporta come dovrebbe per far crescere ancor più il valore degli eventi che realizzano, ma sceglie scientificamente chi finanziare e chi no, favorendo amici e amici degli amici, salvo poi lagnarsi del fatto che la Giunta regionale avrebbe fatto lo stesso non finanziando alcuni eventi importanti. Vorremmo però ricordare al sindaco che la precedente Giunta Caldoro non aveva fatto diversamente negli anni.

Basta guardare a ciò che fanno i comuni intorno a noi, non serve andare troppo lontani, per “copiare” il modo per sostenere il turismo e chi vi opera. Per poter accedere ai fondi regionali ed europei è necessario non ridursi agli ultimi giorni disponibili, ma iniziare a lavorare per tempo, perché non si può contare solo sulle proprie forze. Quando questo sarà compreso dai nostri amministratori, inizieremo a vedere i risultati positivi, per il momento solo un mare di critiche e polemiche travolge questa città,  critiche e polemiche dovute ad un insoddisfazione che nasce nei cittadini non appena si prova ad analizzare il modo di porsi di questa amministrazione per la risoluzione di un qualsiasi problema si verifichi in questa città.