Appuntamento con l’arte a Montefusco: visite guidate all’Oratorio di San Giacomo

64

Montefusco per l’ultimo weekend di ottobre mette in mostra uno dei suoi gioielli storico-artistici di maggiore bellezza: sabato 27 e domenica 28 sarà possibile visitare gratuitamente lo splendido Oratorio di San Giacomo. Nel corso della due giorni i visitatori saranno accolti da responsabili e guide appartenenti al Comitato “Eliseus-operatori culturali e turistici“. L’apertura straordinaria del sito avrà luogo nelle ore serali, dalle 21.00 alle 24.00, in concomitanza con la Sagra della Castagna che si svolgerà tra i suggestivi vicoli del piccolo borgo irpino.

montefusco
L’interno dell’Oratorio di San Giacomo

L’Oratorio di San Giacomo è luogo di culto sin dal XIII secolo: originariamente, infatti, era la cripta della sovrastante Abbazia di S. Maria della Piazza, una delle chiese più antiche di Montefusco oggi non più esistente, e fungeva da luogo di inumazione. Nel 1652 la cripta fu donata alla Confraternita di San Giacomo, e da qui il nome attuale, la quale provvide a ripulirla e ad abbellire le pareti con affreschi che rappresentano episodi tratti dall’Antico e dal Nuovo Testamento. Tra le immagini di maggior pregio, anche se pesantemente danneggiate dall’incuria e dal tempo, meritano di essere menzionate: l’Ultima Cena, il martirio di san Giacomo, la Madonna col Bambino, ritratti di vari santi e gli affreschi della volta con le glorie di Maria.

La visita all’Oratorio di San Giacomo può costituire il pretesto per passeggiare tra i vicoli di Montefusco ed ammirare le tante bellezze storiche e artistiche che ancora oggi impreziosiscono il suo costruito: la Chiesa Palatina di San giovanni del vaglio e la Chiesa della Madonna del Carmine e del Purgatorio, il celeberrimo Carcere Borbonico, i palazzi nobiliari come quelli della famiglie Aggiutorio, Giordano e De Luca. Insomma, una full immersion nella storia di uno dei paesi più suggestivi e pittoreschi d’Irpinia, già capoluogo del Principato Ultra dal XVI secolo fino al 1806.