Asea, prorogato l’incarico di Boccalone: sarà commissario straordinario fino a marzo

84

Prorogato fino al prossimo 31 marzo l’incarico di commissario straordinario dell’Azienda Speciale Asea, a Nicola Boccalone. Lo ha deciso il presidente Antonio Di Maria, con una delibera firmata nel pomeriggio di ieri. L’incarico, come già specificato nell’atto di nomina dello scorso 11 novembre, sarà a titolo gratuito e non comporterà alcun costo né per la Rocca né per la partecipata.

La decisione è stata presa per permettere al direttore generale della Rocca di portare a termine i compiti assegnati. In particolare, la modifica e all’adeguamento dello statuto di Asea, con particolare riferimento alla parte che regola la rappresentanza aziendale e la reintroduzione del Cda, sanando di conseguenza il disallineamento attualmente esistente tra lo statuto e le norme di riferimento.

Dovrà inoltre predisporre e avviare le procedure per nominare il Consiglio di Amministrazione con tre componenti, compreso il presidente. Il manager e avvocato sannita dovrà anche assumere gli atti utili a consentire la prosecuzione ordinaria della gestione aziendale.

La scadenza, conclude l’atto di Di Maria era stata fissata al 31 dicembre, ma l’assenza della normativa finanziaria nazionale ancora in corso di approvazione da parte del parlamento, la necessità di avere una maggiore e migliore cognizione della dinamiche normative giuridiche e finanziarie sia a livello locale che nazionale e con il rinvio dell’approvazione dei bilanci degli enti locali al prossimo 31 marzo, hanno suggerito di prolungare l’incarico di Boccalone.