Atripalda, su Napoli Orfini frena Bassolino: No ai ritorni al passato

93

ATRIPALDA – Durante l’incontro su “Dignità sociale e diritti nell’anno delle riforme”, organizzato ad Atripalda, presso la chiesa di San Nicola da Tolentino, dall’associazione “Rifare l’Italia”, guidata dalla deputata Valentina Paris,  il presidente del Pd Matteo Orfini ha consegnato qualche notizia ai cronisti.

“Un provvedimento contro l’indigenza – spiega il presidente di via del Nazareno – da portare a casa quando cominceremo a parlare di Legge di Stabilità. Si tratta di una misura universale di sostegno alla povertà, anche se una cosa differente dal reddito minimo”. Un mea culpa Orfini lo recita quando ammette che “il problema del Sud in passato è stato sottovalutato anche dal Pd. Ha ragione il governatore della Puglia Emiliano a dire che è un problema che non riguarda soltanto il nostro partito”.

Nel dibattito, moderato dal capo della redazione de Il Mattino di Avellino, Generoso Picone, anche la Paris si allinea su questo pensiero: “Due anni fa abbiamo messo in atto una forma di sperimentazione di supporto al reddito, in particolare nelle città più grandi. Ora – afferma la componente della segreteria del Pd – il nostro obiettivo è capire qual è lo stato dell’arte e lo vogliamo fare coinvolgendo la forze sane, in primis le associazioni volontariato e tutto il mondo del terzo settore”. In realtà, il direttore provinciale della Caritas, Carlo Mele, risponde: “Sembra quasi che non ci conosciamo”, parlando del rapporto tra chi ha dei problemi e chi li dovrebbe risolvere.

Orfini è poi intervenuto sulla questione, già aperta, delle amministrative a Napoli. “Serve una soluzione innovativa”, è il suo esordio, che sembra tutt’altro che un lasciapassare per Antonio Bassolino. “Napoli è cambiata rispetto a tanti anni fa, il Pd ha il dovere di cercare una soluzione innovativa ed autorevole. Temo e credo – chiude Orfini – che i nostri elettori non capirebbero un ritorno al passato”.