Avellino, 2-0 di forza ai danni del Teramo

34

Riparte bene l’Avellino davanti al pubblico amico, con una bella vittoria, netta e strameritata, ai danni di un Teramo inizialmente combattivo ma poi arrendevole, complice anche l’uomo in meno ottenuto già nella prima frazione. Segue la cronaca della gara.

FORMAZIONE

Senza Alfageme, squalificato, Ignoffo opta per un 4-5-1, almeno sulla carta: dall’inizio schierati subito De Marco e Illanes, rispettivamente in qualità di mezzala destra e difensore centrale di sinistra. Per il resto, stessa formazione che ha battuto il Teramo, con la sola novità, che scopriremo poi se è stato un esperimento o meno, di Laezza schierato come quinto a destra a metà campo.

PRIMO TEMPO

  • 10′ – Dieci minuti di gioco e nessuna emozione: molto possesso palla da entrambe le parti, con il Teramo che prova di più a ragionare, a discapito di un Avellino che prova a verticalizzare di più.
  • 19′ – Azione discretamente degna di nota per l’Avellino: Michovski si libera bene sulla destra, ma il suo cross col piede debole è inguardabile. Bene però la trama d’azione.
  • 21′ – Giallo per Piacentini (TER): grande discesa di Parisi che viene placcato dal 26 degli ospiti, ammonito. Sulla punizione conseguente, Di Paolantonio la piazza, ma Tomei è bravo a mettere in angolo: prima azione pericolosa per i Lupi, da calcio piazzato.
  • 23′ – Angolo per l’Avellino: Morero di testa impensierisce Tomei, che però blocca la sfera.
  • 25′ – Di Paolantonio sugli scudi: altra conclusione, stavolta dalla distanza e in movimento: Tomei si supera ancora in angolo.
  • 28′ – Pericoloso anche il Teramo: discesa pericolosa di Bombagi, il cui rasoterra in area pesca Cianci: Abibi lo mura in due tempi.
  • 29′ – VANTAGGIO AVELLINO – Buona azione sulla sinistra, che porta al cross da sinistra di Rossetti: Michovski sul secondo palo trasforma di piattone destro. 1-0 per i Lupi.
  • 30′ – Fallo dell’Avellino e punizione per il Teramo: parapiglia generale e Cianci che viene giustamente espulso per aver reagito con un calcio in faccia dopo il fallo subito. Brutto episodio e gara in salita per il Teramo, sotto di un uomo e di un gol.
  • 33′ – Bombagi su punizione ci prova, ma Abibi è ancora una volta presente.
  • 42′ – Arrigoni ci prova su punizione: fuori sulla traversa, ma non di molto.
  • 44′ – Magnaghi prova l’impatto di testa, ma sfiora soltanto la palla: altra potenziale occasione per il Teramo, che nonostante lo svantaggio non molla.
  • 45′ – Un minuto di recupero.

A margine del primo tempo, possiamo dire di aver visto un buon Avellino, bravo a girare la palla ma soprattutto a spostarla in verticale, andando in orizzontale solo quando necessario. Dall’alto, era palese che in fase offensiva Rossetti e Michovski alzassero di qualche metro il proprio baricentro, andando in appoggio al solo Albadoro, un pò abbandonato a se stesso in questa prima frazione.

SECONDO TEMPO

  • 47′ – Subito Avellino in avanti, con Michovski che porta palla lasciandola poi a Rossetti: il suo sinistro è però murato.
  • 58′ – Su angolo a favore del Teramo, Martignago ci prova con un destro molto potente: palla alta.
  • 59′ – Primo cambio per l’Avellino: fuori De Marco, dentro Silvestri.
  • 66′ – Ancora Bombagi, sempre su punizione, ci prova: solo potenza e zero precisione per lui.
  • 69′ – Contropiede per l’Avellino, sprecato dal sinistro non preciso di Rossetti.
  • 70′ – Llanes esce e lascia il posto al neo-arrivato Karic, anche lui all’esordio.
  • 72′ – Parisi salva di piede su una conclusione sottomisura, con l’Avellino che ha rischiato e non poco.
  • 75′ – RADDOPPIO AVELLINO – Michovski si invola sulla destra e porta un bel pallone, girato poi da Di Paolantonio su Karic: doppio passo del neo-entrato e tiro a giro sul secondo palo, imprendibile per Tomei.
  • 90′ – Tre minuti di recupero e ingresso di Palmisano per Rossetti.