Avellino-Bari, le pagelle: c’è ancora molto da lavorare

49

Due pari tra Avellino e Bari, con l’Avellino che è sembrato già a vista d’occhio molto diverso rispetto a quello visto nelle ultime uscite dell’ex mister Giovanni Ignoffo. In breve, possiamo dire che l’avventura di Capuano sulla panchina dell’Avellino comincia piuttosto bene. Seguono le pagelle dei biancoverdi.

DIFESA

TONTI – 5.5 – Qualche uscita non del tutto in sicurezza, ma non può nulla sui gol incassati.
ZULLO – S.V. – La sua gara dura appena venti minuti, nella speranza che non sia un grave infortunio; quando in campo, si era comunque ben comportato.
MORERO – 6 – Poco sofferente nella prima frazione di gioco, tutto nella norma per lui quest’oggi.
LAEZZA – 5.5 – Bene nel primo tempo. Nel secondo, la sua unica sbavatura costa il pari del Bari.

ILLANES – 7 – Quasi mai in difficoltà, trova anche la rete del pari Avellino, proprio nel momento in cui tutto poteva spegnersi.

CENTROCAMPO

CELJAK – 5.5 – Spinge poco e presta più attenzione alla fase difensiva, specie quando Capuano lo dirotta verso la metà campo schierandolo come terzo centrale di difesa.
ROSSETTI – 6 – Un pò abulico dovendo giocare da mezzala destra, ma nel complesso si destreggia bene.
DI PAOLANTONIO – 6.5 – Faro indispensabile per l’Avellino; si accende ed assiste Illanes per il due pari.
MICOVSCHI – 6 – Meglio da esterno che da interno, ma ha poche occasioni per provare a puntare l’uomo.
PARISI – 6.5 – Si è giocato molto su di lui, sempre bravo a proporsi, mettendo in difficoltà Kupisz nel primo tempo e Berra nel secondo.

DE MARCO – S.V.
PALMISANO – S.V.
KARIC – S.V.

ATTACCO

CHARPENTIER – 6.5 – Bravissimo nell’approfittare dell’unica occasione che gli capita a disposizione, sfoggiando corsa, fisico e un buon piede.
ALBADORO – 5.5 – Leggermente insufficiente la sua prova ma soltanto perché vede poco la porta, essendo quasi costretto a giocare spalle alla porta, offrendo un appoggio per i compagni.

ALFAGEME – S.V.