Avellino-Bari: un 2-2 che va leggermente stretto

52

Buona la prima o quasi per il primo Avellino targato Eziolino Capuano. L’Avellino si porta in vantaggio ma poi quasi spreca tutto nel giro di una ventina di minuti ad inizio della ripresa. Illanes recupera il risultato con un coniglio tirato fuori dal cilindro ed Avellino e Bari si dividono la posta, con un pò più di amarezza per l’Avellino che meglio si era comportato, specie nel primo tempo. Segue la cronaca della gara.

FORMAZIONE

Ezio Capuano all’esordio non stravolge la squadra, confermando il 3-5-2. In porta torna titolare Tonti, mentre il terzetto di difesa è composto dai soliti Laezza e Morero, mentre Zullo la spunta su Illanes che si accomoda in panchina. Esterni confermati con Celjak e Parisi titolari, mentre Micovschi viene schierato nel ruolo inedito di mezz’ala sinistra. In avanti si pensava al rilancio di Alfageme, ma in realtà la spunta Albadoro, che farà coppia con Charpentier.

PRIMO TEMPO

  • 2′ – Subito Bari pericoloso, con Tonti che risponde bene sul destro di Neglia, ben imbeccato da Simeri.
  • 9′ – VANTAGGIO AVELLINO – Lancio da dietro la linea di metà campo, Charpentier ingaggia l’uno contro uno in corsa con De Cesare; lo salta e da posizione abbastanza defilata calcia in porta. Frattali non la tiene e l’Avellino passa in vantaggio.
  • 11′ – Discesa di Micovschi che mette in mezzo un gran pallone di sinistro sul quale si fionda Celjak, ma il suo tiro è murato da Sabbione.
  • 15′ – Diverse trattenute e qualche parapiglia portano al primo giallo del match, combinato a De Cesare. Gioco piuttosto spezzettato finora.
  • 18′ – Avellino molto apprezzabile ed arrembante, un Avellino che non vedevamo da molto tempo. Questo è certo ed è già un buon punto di partenza.
  • 19′ – Da angolo a favore per l’Avellino, Charpentier l’aveva messa dentro ma dopo essersi liberato del suo marcatore fallosamente.
  • 20′ – Il Bari prova a farsi vedere con Scavone, ma Tonti non ha problemi.
  • 21′– Sfortunato l’Avellino in questa circostanza con i Lupi che sono costretti a rinunciare a Zullo per infortunio: al suo posto Illanes. 
  • 30′ – Conclusione ancora di Neglia, ma Tonti para bene palla a terra. 
  • 42′ – Bari che sta concludendo la frazione in crescendo, proponendo più gioco e l’uno contro uno sulle fasce in modo sistematico. 
  • 45′– Quattro minuti di recupero, nei quali non accade nulla. Avellino al riposo sul punteggio di 1-0. 

SECONDO TEMPO

  • 46′PAREGGIO BARI – Pronti, partenza, via e Simone Simeri mette la firma sul pari ospite, con un’azione molto simile a quella de gol di Charpentier. Avellino colpito a freddo.
  • 48′ – Primo cambio per l’Avellino: fuori Morero, dentro De Marco. Avellino sempre col 3-5-2 ma con Celjak che va a fare il terzo di difesa e Micovschi che si allarga a destra.
  • 53′ – Punizione di Di Paolantonio, bravo Frattali a deviare in angolo.
  • 54′ – Cross da sinistra di Parisi, Charpentier prova ad indirizzarla di testa da fermo, ma la palla non è fortissima e Frattali blocca.
  • 62′ – VANTAGGIO BARI – Ancora Simeri, che trova la doppietta su un pallone vagante in area. Gol che sembra però viziato da un fallo su Laezza, messo giù nei pressi dell’area piccola.
  • 67′ – Fuori Laezza, Rossetti e Albadoro, dentro Karic, Alfageme e Carbonelli. Esauriti i cambi per mister Capuano.
  • 72′ – PAREGGIO AVELLINO – Punizione pennellata magistralmente da Di Paolantonio a pescare Illanes distaccatosi dal mucchio sul secondo palo; l’argentino di piattone si inventa un pallonetto beffardo per Frattali che vale il 2-2.
  • 78′ – Punizione di Di Paolantonio piuttosto centrale, respinge bene Frattali. Charpentier ha la possibilità di rigiocare la sfera ma un tocco in area lo manda giù: per l’arbitro è simulazione e giallo.
  • 86′ – Occasione colossale per il Bari: Simeri, spina nel fianco della difesa, va via alla grande a Celjak e mette nel mezzo un tiro-cross che per questioni di centimetri non trova la deviazione vincente di Ferrari.
  • 90′ – Idee poco chiare e la forza d’inerzia portano ad un’azione che si conclude col sinistro di Parisi respinto dalla difesa. Quattro minuti di recupero.