Avellino basket, Sidigas: questa sera sfida con Capo d’Orlando. Sacripanti: Match insidioso

142

AVELLINO – Dopo la vittoria di mercoledì scorso in Champions contro Zagabria i biancoverdi sono pronti a riscendere sul parquet per sfidare questa sera, al PalaDelMauro, Capo d’Orlando. Palla a due alle 20:30.

Un match importantissimo per gli irpini che con una vittoria, oltre a centrare matematicamente il prestigioso traguardo delle final eight, potranno cercare di ambire ad un miglior piazzamento nella griglia che andrà a comporsi per la competizione che si svolgerà, dal prossimo 16 febbraio, a Rimini.

Non sarà di certo un match facile per gli uomini di coach Sacripanti: Capo d’Orlando, infatti, rappresenta la vera sorpresa di questa prima parte di stagione. I siciliani occupano attualmente la quinta posizione in campionato (con 14 punti) in coabitazione con la Pasta Reggia Caserta.

La partita di questa sera, proprio per questo motivo, sarà tutt’altro che scontata per i biancoverdi che potranno però fare affidamento quasi certamente anche su un recuperato Marco Cusin (assente nel match europeo dopo la botta rimediata a Cremona) e su Kyrylo Fesenko (per lui problemi al ginocchio dopo l’incontro con Zagabria). Per Capo d’Orlando si registra invece l’importantissima assenza di Bruno Fitipaldo (passato ai turchi del Galatasary, ufficialmente, proprio nella giornata di oggi).

“Giochiamo una partita insidiosa contro una squadra che a livello di classifica è molta vicino a noi, giocano una buona pallacanestro – ha dichiarato ieri in conferenza stampa coach Stefano Sacripanti. Possiedono giocatori esperti e di livello, credo che Fitipaldo sia la rivelazione dell’anno, è una pedina fondamentale in tutti i loro giochi, inoltre, hanno una panchina in grado di contribuire con tanta energia e fisicità. E’ un team che sa quello che vuole quando scende in campo, tatticamente è molto preparata con 4-5 soluzioni offensive molto particolari, questo è soprattutto merito dell’allenatore ma anche del suo assistente Flavio Fioretti, persona a me molto cara di cui ho grande stima sia a livello personale che professionale. Generalmente non credo alle casualità, la loro posizione in classifica è assolutamente meritata. Per batterli dovremo giocare di squadra sia in fase offensiva che difensiva.

Questa settimana – ha sottolineato il tenico biancoverde – abbiamo fatto fatica con i nostri due numeri 5, Marco Cusin si sta riprendendo dalla botta rimediata alla schiena contro Cremona, mentre Fesenko ha avuto un problema al ginocchio. Questo non ci ha permesso di allenarci come volevamo ma, nonostante tutto, sono state sedute di qualità, merito dell’impegno di tutti”.