Avellino-Budoni: le pagelle del match

42

Tutto è bene ciò che finisce bene: sotto il diluvio a intermittenza di Contrada Zoccolari, l’Avellino riesce a riportare l’ottava vittoria consecutiva, battendo per 2-1 il Budoni. Tribuzzi e Dionisi sugli scudi, malissimo De Vena, nel finale voto alto per Sforzini.

DIFESA

VISCOVO – 5.5 – Non del tutto incolpevole sul gol incassato (tiro centrale), fa comunque le sue buone cose, dando sempre sicurezza al reparto arretrato.

BETTI – 6.5 – Insuperabile sul lato destro difensivo; spinge poche volte e quando lo fa difficilmente è premiato dal suo compare di fascia, Tribuzzi. Finale di stagione in crescendo per lui.
DONDONI – 6 – Qualche ottimo anticipo, un solo svarione che poteva costare caro: tirando le somme, una sufficienza giusta per lui e per il suo compleanno che decade oggi.
CAPITANIO – 6 – Autore del gol vantaggio, si comporta bene anche in fase di copertura.
DIONISI – 7 – Monumentale. Dietro è un muro invalicabile; in avanti, specie quando coadiuvato da Da Dalt, affonda anche con una discreta bravura. Non ha fatto sentire la mancanza di Parisi.

CENTROCAMPO

TRIBUZZI – 7 – Uno dei pochi a crederci sempre, fino alla fine. Suo l’assist per il gol vittoria firmato da Sforzini. Una garanzia.
DI PAOLANTONIO – 6 – Buona qualità nel far girare la squadra, in leggero calo rispetto alle ultime ottime prestazioni.
MATUTE – 6.5 – Come al solito tantissima quantità per lui, a cui cerca di affiancare la qualità provando la conclusione in un paio di circostanze.
DA DALT – 5.5 – Ci si aspetta sempre qualcosa in più da parte sua; la quantità non si discute, ma stavolta la sua qualità è venuta un pò meno.

BUONO – S.V.
CIOTOLA – 5 – Entra ma non dà il suo miglior apporto in fase propositiva; altre volte aveva spaccato in due la gara con qualche giocata di fino; quest’oggi nulla di eccezionale.
GERBAUDO – S.V.
PEPE – S.V

ATTACCO

SFORZINI – 6 – Almeno tre palle nitide che poteva trasformare in gol: non il solito NandoGol, che ci aveva abituato a ben altri scenari. Meriterebbe per questo un voto più basso, ma il gol vittoria gli vale almeno un punto in più.
MENTANA – 5.5 – Si vede un pò più spesso rispetto al solito, facendo salire la squadra in un paio di circostanze, ma dovrebbe incidere di più.

DE VENA – 4.5 – Per usare un eufemismo, è leggermente fuori forma. Il suo ingresso non ha né dato né tolto qualcosa rispetto a quanto non aveva fatto Mentana: da rivedere.