Avellino Calcio, è caos generale sul prosieguo: i Lupi pronti a giocare ma guardano anche oltre

61

partenio lombardiIn attesa delle decisioni del Consiglio Federale, il calcio Avellino continua la sua quarantena e guarda, con attenzione, agli aiuti predisposti dal Governo centrale e illustrati ieri sera dal premier Conte. Una pioggia di milioni per dare ossigeno a questo calcio moderno che vive il suo momento di difficoltà più alto, stordito dal Covid-19 e logorato da un mare di incertezze.

Grazie a questi provvedimenti, l’U.S. Avellino avrà diritto ad una proroga dei termini per gli adempimenti fiscali (Irpef e Iva) e contributivi (Inps, Inail) che sono, di fatto, rinvia al mese di settembre. Taglio dell’Irap che non andrà pagata a giugno e sospensione dei canoni di locazione del Partenio Lombardi.

Oltre al ricorso al Fondo Salva Sport che verrà istituito, il club biancoverde potrà fare ricorso alla cassa integrazione per i dipendenti che percepiscono fino a 50mila euro lordi annui mentre per tutti gli altri, compreso i calciatori, avrà la possibilità di negoziare tagli per il quadrimestre marzo-giugno con intese individuali. Per quanto riguarda, invece, le scadenze federali legate ad acquisizioni internazionali di calciatori nel 2019 (Gabriel Charpentier), e fiscali (la cui violazione comporta un’ammenda) oltre agli adempimenti finanziari, è facile ipotizzare una sospensione ivi compresa quella per l’iscrizione al campionato 2020/2021.

Intanto la società, tramite i suoi canali social, festeggia il Compleanno di Tomàs Federico per le sue 22 candeline. Al calciatore gli auguri di tutta la nostra redazione.