Avellino: Campus scolastico a via Piave, “la scuola che vorrei” secondo i ragazzi

56

Il nuovo “Campus scolastico” di via Piave, ex scuola “Dante Alighieri” di Avellino, sarà una scuola partecipata, progettata e concepita insieme ai loro fruitori: dirigenti scolastici, docenti, ma soprattutto bambini e ragazzi.

E’ stato infatti avviato questa mattina, alla presenza del vicesindaco del capoluogo irpino, Ferdinando Picariello, il Laboratorio di progettazione partecipata per il “Campus Scolastico – Recupero area ex scuola “Dante Alighieri”. Alla prima riunione operativa, oltre al vicesindaco, hanno preso parte i referenti dell’Istituto comprensivo “Perna-Alighieri” ed i tecnici del Servizio Strategico Europa-Fondi Europei e del Settore Lavori Pubblici-Edilizia scolastica. L’intervento, che prevede la realizzazione di un complesso scolastico nel quale trovano sistemazione la scuola media, la scuola primaria e la scuola materna, sarà dunque un progetto partecipato. Viene così richiesto direttamente al mondo scolastico il quadro delle esigenze da soddisfare. Il mondo scolastico sarà coinvolto in ogni tipo di scelta. Nella fase di progettazione definitiva ed esecutiva sarà attivato – tramite la sottoscrizione di un Protocollo d’intesa con l’Istituto – un laboratorio di progettazione partecipata con i ragazzi dei plessi scolastici che saranno allocati nel Campus scolastico, dal Titolo “La scuola che vorrei…”. “Possiamo affermare che lo studente diventerà co-progettista del proprio edificio scolastico – afferma il vicesindaco Picariello -. Mettiamo in atto un orientamento architettonico-pedagogico che prevede di far corrispondere alle esigenze dei bambini e dei ragazzi spazi ed ambienti di apprendimento e di socializzazione.

Particolare attenzione, inoltre, sarà riservata nella progettazione degli spazi al tema dell’accessibilità ed all’eliminazione delle barriere architettoniche”.