Avellino di misura e di rigore sull’Ostiamare: la decide Sforzini

103

Basta un rigore di Sforzini e l’Avellino fa sua la sfida con l’Ostiamare, rivelatosi, specie per quanto visto nella prima frazione, un avversario di tutto rispetto. L’Avellino prosegue dunque il suo cammino verso la vetta, anche se il Lanusei assomiglia sempre di più all’Invincible Armada spagnola: inaffondabile. Segue la cronaca del match.

FORMAZIONE

Cinelli, in panchina da primo vista la squalifica di Bucaro, conferma il 4-4-2 e gran parte degli uomini che stanno inanellando una grande striscia di risultati positivi. In difesa, un acciaccato Morero si accomoda in panca, in favore di Dionisi, centrale in coppia con Dondoni. Centrocampo confermato per intero, in avanti ancora riposo per Alfageme e Sforzini titolare in tandem con De Vena.

Avellino, Ostiamare, Formazione

PRIMO TEMPO

2′ – Pericoloso l’Ostiamare: D’Astolfo crossa per De Iulis, che lasciato colpevolmente solo, sbaglia l’appoggio in rete.
7′ – Uscita a vuoto di Viscovo su una punizione, ma è tutto fermo per fuorigioco.
11′ – Buona discesa di Da Dalt sulla sinistra, ma la difesa ospite allontana bene il suo traversone.

13′ – Serie di cross e controcross per l’Avellino, nelle figure di Da Dalt e Tribuzzi che però non trovano mai la testa di un compagno.
18′ – Parisi raccoglie una palla vagante nata da un angolo e trova un cross interessante, preda però di Giannini.
20′ – Dionisi e Dondoni si fanno sfuggire per l’ennesima volta De Iulis, che però, per fortuna dell’Avellino, neanche stavolta trova l’impatto con la sfera.

22′ – Da Dalt, bravissimo nel portare pressing, ruba un pallone sui 25 metri e calcia ad incrociare: palo pieno per lui.
24′ – Ostiamare tutt’altro che arrendevole: ci prova anche Ferrari con una conclusione dai trenta metri; fuori non di molto sulla trasversale.
25′ – Ostiamare ancora pericoloso con un destro di Attili: in due tempi, para Viscovo.

31′ – Si rivede l’Avellino in avanti: De Vena raccoglie una palla respinta di testa in area e prova a girarla di prima intenzione; ampiamente fuori.
32′ – CALCIO DI RIGORE PER L’AVELLINO – Tribuzzi scambia con Sforzini e prova a calciare: tiro respinto e azione che prosegue, con il 19 biancoverde atterrato poi in area da Di Iacovo.
34′ – VANTAGGIO AVELLINO – Rigore calciato molto angolato da Sforzini, alla sinistra di Giannini, che intuisce anche, ma non riesce a deviare.

45′ – Bella discesa di Parisi. All’ingresso in area calcia, ma non è né un tiro né un cross.

Primo tempo diviso sostanzialmente in due: l’Avellino a cercare il gioco e l’Ostiamare pronto a colpire in qualche occasione nata più che altro da disattenzioni biancoverdi, vedi ad esempio quelle capitate sulla testa e sui piedi di De Iulis, sempre impreciso. Da parte dei lupi, gioco troppo lento, con Di Paolantonio spesso nascosto dietro gli avversari. Tutto sommato, il vantaggio dei Lupi può starci.

SECONDO TEMPO

10′ – Due triangoli aperti e chiusi da Di Paolantonio lo mandano a tu per tu con Giannini, il  quale non si lascia superare e mette in angolo.

Secondo tempo che finora segue lo stesso fil rouge del primo: Avellino col pallino del gioco in mano ed Ostiamare pronto a sfruttare la minima occasione. Primo cambio per i Lupi: fuori Sforzini, dentro Alfageme.

18′ – Appena entrato, secondo palo per l’Avellino, a firma Alfageme.
22′ – Contropiede con Alfageme che serve De Vena: il suo sinistro è deviato in angolo. Secondo cambio per i Lupi: entra Gerbaudo, esce Matute.

Esce Da Dalt, entra Ciotola.

34′ – Cross teso dal fondo di Ciotola che attraversa l’intera area senza deviazioni, se non le mani di Giannini.
37′ – Uno/Due di alta scuola tra Alfageme e De Vena; il primo arriva a concludere ma Giannini si oppone bene in angolo.
39′ – Errore madornale di De Vena: due contro uno, calcia di sinistro a lato, ma soprattutto a portiere ormai battuto. Erroraccio del capocannoniere biancoverde che lascia il posto a Mentana.

42′ – Tribuzzi si invola verso il fondo e mette un rasoterra che trova solo la deviazione di un difensore che tien ancora a galla gli ospiti.
47′ – Ci prova ancora Di Paolantonio con un sinistro di controbalzo, respinge ancora una volta un irreprensibile Giannini.