Avellino di rimonta contro il Budoni: 2-1 firmato NandoGol

35

Rimonta finale dell’Avellino che riesce a superare il Budoni con il punteggio di 2-1, grazie alla rete, giunta dopo numerosi tentativi sbagliati, di Sforzini. La rincorsa al Lanusei continua, anche se la situazione è sempre più difficile, complice anche la vittoria odierna dei sardi.

FORMAZIONE

A causa di assenze e qualche squalifica, Bucaro ha dovuto fare di necessità virtù e mandare di conseguenza in campo la migliore squadra possibile. Il problema principale riguardava la difesa, priva di Morero e Parisi: al loro posto Capitanio e Dionisi, dirottato sulla sinistra; reparto completato da Dondoni e Betti. Centrocampo confermato in toto. In avanti sarà Sforzini ad accollarsi il peso dell’attacco, con Mentana al suo fianco. Ritorno in panchina per Patrignani, convocazione per il classe 2001 della Juniores, Mario Corcione. Neanche convocato invece Alfageme.

Avellino, Budoni, Formazione

PRIMO TEMPO

  • 3′ – Dionisi pesca bene Mentana, pizzicato però in fuorigioco.
  • 8′ – Ennesimo cross di Tribuzzi che pesca Franco Da Dalt sul secondo palo: stop orientato e sinistro di prima intenzione su cui si supera Donini.
  • 14′ – Punizione pericolosa di Di Paolantonio che da calcio piazzato sta cominciando a prenderci gusto: fuori non di molto.
  • Intanto comincia piovere: il tempo da lupi è giunto.
  • 19′ – VANTAGGIO AVELLINO – Calcio d’angolo che Matute prova a tramutare in gol di testa; il tocco sporco è però preda di Capitanio che ribadisce in porta da sottoporta.
  • 22′ – Gol divorato da Sforzini: bravissimo nel superare due avversari, davanti a Donini si emoziona come un ragazzino e calcia ampiamente fuori dallo specchio.
  • 26′ – PAREGGIO BUDONI – Calcio di punizione dal limite battuto a due: conclusione di destro rasoterra di Spano che Viscovo non riesce a contenere.
  • 31′ – Viscovo compie il miracolo delle Palme e salva ad una mano su Villa. Sul ribaltamento di fronte Tribuzzi mette in mezzo e Varrucciu salva sulla linea, anticipando Sforzini.
  • Primo giallo della gara combinato a Musa, terzino destro degli ospiti.
  • 44′ – Pennellata di Di Paolantonio per Dondoni che di piatto appoggia al lato; tutto fermo però per fuorigioco.
  • 47′ – Matute ci prova dalla distanza, Donini respinge bene con i pugni.

Si chiude qui il primo tempo, con Avellino e Budoni sul punteggio di 1-1, firmato da Capitanio e Spano. Avellino in sostanza padrone del campo e del gioco; Budoni che si affida solo a qualche giocata personale o episodio sporadico, vedi la punizione che regala il pari agli ospiti. Qualche rammarico in più in casa biancoverde, con una ghiottissima occasione sprecata davvero malamente da Sforzini: una rete che avrebbe avuto il sapore della vittoria quasi in tasca. Tutto rimandato alla seconda frazione.

SECONDO TEMPO

  • 4′ – Gol di Spano annullato per fuorigioco: l’Avellino tira un sospiro di sollievo.
  • 5′ – Sforzini viene imbeccato alla perfezione da Di Paolantonio ma la sua incornata si stampa in pieno sulla traversa.
  • Doppio cambio per l’Avellino: fuori Matute e Mentana, dentro De Vena e Buono.
  • 10′ – Pallone sanguinoso perso a metà campo, Vardela spreca tutto facendosi stoppare da un ineccepibile Betti.
  • Altro cambio per l’Avellino: fuori Da Dalt e dentro Ciotola.
  • 25′ – Occasione divorata da Vardela: imbuca splendida per lui, controlla e salta anche Viscovo ma poi calcia fuori. Sul ribaltamento buona occasione per Sforzini, che sbaglia ancora una volta.
  • 29′ – Altra occasione per Sforzini: sponda di De Vena e destro di Sforzini che Donini devia in angolo.
  • Quarto cambio per i Lupi: fuori Di Paolantonio, dentro Gerbaudo.
  • 30′ – De Vena prova a battere a rete con un pallone vagante: Donini la controlla in due tempi.
  • 34′ – Punizione insidiosa di Gerbaudo, ma nessuno dei suoi compagni trova una deviazione vincente.
  • Ultimo cambio: Pepe per Dondoni. Bucaro prova l’ultima carta offensiva.
  • 40′ – VANTAGGIO AVELLINO – Cross di Tribuzzi e finalmente l’incornata vincente arriva da parte del Tagliagole Sforzini che alla quarta/quinta palla nitida riesce ad insaccare.