Avellino: Gianni Festa e Paolo Saggese presentano “Il ’68 degli Irpini”

224

il ’68 necessita di una riflessione, oggi ancora più impellente, perché tanto della contemporaneità è frutto di quell’anno cruciale… Così viene motivato, nella premessa, l’ultimo lavoro editoriale – Il ’68 degli Irpini – dato alla stampe da Gianni Festa e Paolo Saggese (in veste di curatori) per i tipi della Delta 3 Edizioni.

Il libro verrà presentato venerdì 28 settembre, alle ore 17.00, ad Avellino presso la Sala Blu del Carcere Borbonico. Previsti gli intereventi di: Mons. Arturo Aiello, Vescovo di Avellino; On. Gerardo Bianco, Presidente ANIMI (Associazione Nazionale per gli Interessi del Mezzogiorno d’Italia); dott. Domenico Gallo, magistrato; prof. Silvio Sallicandro, editore. La moderazione del dibattito è affidata al giornalista dott. Aldo De Fraavellinoncesco; saranno presenti anche i due autori-curatori.

Il ’68 degli Irpini raccoglie articoli e saggi, editi ed inediti, tratti dal “Corriere dell’Irpinia” e dalla “Tribuna dell’Irpinia” degli anni passati, con scritti di Antonio La Penna, Antonio Di Nunno, Domenico Gallo, Franco Festa, Nino Lanzetta, Giuseppe Iuliano, Rodolfo Salzarulo, Antonio Spina, Gaetana Aufiero, oltre a quelli degli stessi Gianni Festa e Paolo Saggese. Il testo, partendo da un ambito di indagine molto più ampio, si focalizza su avvenimenti sociali, politici e culturali che hanno interessato la nostra provincia in quel fatidico 1968 ed analizza i punti di vista dei principali protagonisti delle vicende riportate, dagli studenti agli intellettuali e politici, senza dimenticare il ruolo di primo piano svolto da numerosi esponenti della Chiesa locale come don Michele Grella e padre Pio Falcolini. Particolare attenzione è riservata alla contestazione femminile.