Avellino, il dopo-Spezia è fatto di luci e ombre

112

AVELLINO -Tempo di analisi in casa Avellino, dopo il buon pareggio casalingo di sabato contro lo Spezia di Bjelica.

Una gara che ha fatto venire fuori luci e ombre dei Lupi, ancora lontani dal diventare una squadra vera, in grado di lottare per i primissimi posti della graduatoria. Bene, benissimo la grinta e il temperamento della squadra di Rastelli, che ha resistito per quasi quaranta minuti in dieci al cospetto di un avversario dalla caratura tecnica elevata. Ottime indicazioni anche da Gomis, che ha chiuso la saracinesca con interventi prodigiosi.

Da rivedere, invece, il cinismo e la capacità di andare a rete. Solo due marcature nelle prime tre partite, e una soltanto su azione. Se Castaldo è il punto fermo, Arrighini non riesce ancora a sbloccarsi.