Avellino-Reggina, le parole del post-gara

81

Sconfitta ingiusta per l’Avellino, che di rientro al “Partenio” dopo la vittoria sofferta di Terni, non riesce a far suo il pari contro la capolista che sarebbe valso oro. Avellino alla pari con la Reggina, e questo vale già tanto. Queste le parole degli allenatori e dei tesserati nel post-gara.

SALANDRIA – CENTROCAMPISTA REGGINA

  • Vittoria importante, continuate striscia positiva.
    • “Sapevamo fosse difficile, dobbiamo continuare così partita dopo partita”.
  • Pensi che il pari fosse stato più giusto?
    • “Meglio che abbiamo vinto noi, anche se abbiamo avuto paura specie nel finale”.
  • Nessuna differenza tra titolari e panchina.
    • “Siamo completi, forse tre o quattro cambi per reparto. Siamo su anche grazie a questo”.

DE FRANCESCO – CENTROCAMPISTA REGGINA

  • Visto che il tuo gol nasce da te, un tuo parere in merito a quella situazione potenzialmente fallosa.
    • “Ha perso un pò la protezione della palla, secondo me sono riuscito a portargliela via senza fallo secondo me”.
  • Come giudichi la partita odierna della Reggina? Forse i cambi hanno fatto la differenza.
    • “Normale che all’inizio le gare siano bloccate. Gli episodi fanno la differenza e stavolta ci è andata bene”.
  • Il Potenza sembra essere la vostra antagonista.
    • “Presto per dire qualcosa di certo. Possiamo crescere tanto, dobbiamo lavorare, solo tramite l’allenamento possiamo fare qualcosa di importante”.

TOSCANO – ALLENATORE REGGINA

  • Un risultato giusto? Un parere su questo Avellino.
    • “Secondo me è giusto, abbiamo avuto molte occasioni anche per sbloccarla. Una squadra in salute, non era facile venire qua, anche dopo il turno infrasettimanale. Vincere qua ci dà merito. La mia squadra ha fatto una grande prestazione”.
  • I meriti di questa squadra sono tuoi, al di là di una rosa ampia.
    • “Siamo stati bravi a costruire un gruppo fantastico. Dal primo giorno ho capito che questo gruppo può togliersi molte soddisfazioni e lo dimostra chi entra, il quale da molto alla squadra”.
  • Gli ultimi cinque, dieci minuti siete stati messi sotto. Se fosse finita 2-2 cosa avrebbe detto?
    • “Avremmo recriminato qualcosa, questo è certo. Capuano è un allenatore che sa dare molto alla squadra; in questo momento, è l’allenatore giusto per l’Avellino”.
  • Su Denis.
    • “Deve solo trovare la condizione giusta. Adesso è entrato a pieno regime in gruppo. Non lo scopro certo io”.
  • Sul secondo gol, e sul possibile fallo.
    • “Devo rivederlo, non lo ricordo sinceramente”.

CAPUANO – ALLENATORE AVELLINO

  • Complimenti per la condizione atletica della squadra, per non parlare di pressing e disposizione tattica. Avellino splendido, dato inequivocabile. Conduzione arbitrale vergognosa.
    • “Sono dispiaciuto per i ragazzi che piangevano negli spogliatoi. A noi non manca nulla, Avellino merita rispetto. Noi siamo in difficoltà, ma se questi sono gli arbitraggi. Sono convinto che non si possa parlare di incapacità. L’andamento della gara sotto il punto di vista della gestione è stato pessimo. Questa è una squadra che ha tanto per potersi salvare, una squadra che lotta. Guarna poi si è inventato una parata che neanche il miglior Courtois; io posso solo ringraziare i ragazzi per aver tenuto testa alla Reggina. Sono fiero e orgoglioso del mio Avellino. Quando si susseguono talune situazioni, vado in preoccupazione; da oggi, più che mai, sono convinto che questa squadra resterà in Serie C”.
  • Toscano ha detto che hanno avuto molte occasioni. Su Charpentier.
    • “Forse le ha viste soltanto lui. Non ho visto fare una parata a Tonti, ho visto fare una parata da record dal suo portiere. Charpentier e Parisi sono una delle cose più belle che abbiamo”.
  • Micovschi forse lì in mezzo ha qualche problemino in più, a sinistra meglio.
    • “Volevo prenderli un pò di più a sinistra, dove sembravano molto più lenti. Lui è un giocatore da ultimi 40 metri, molto offensivo, ma da quinto devi fare anche la fase difensiva”.
  • Bicchiere tre quarti pieno, che partite di livello al cospetto di altre squadre, manifestamente superiore. Il solo pensare che l’Avellino ha tenuto testa a queste squadre è tanta roba.
    • “Dobbiamo continuare, dobbiamo migliorare. Il cammino è tortuoso, ma se le prestazioni sono queste il viatico è ottimo. Mi dispiace che Toscano abbia detto che la Reggina abbia meritato di vincere, vuol dire che siamo su scherzi a parte”.
  • A proposito di Karic, forse ha voluto strafare.
    • “Anche io non sono contento quando uno vuole fare tutto di proprio conto anche per eccesso di generosità. C’ha vent’anni, su questo deve migliorare”.
  • Il calcio è fatto anche di singoli. Charpentier straordinario, ma sembra essere sempre un pò solo, con Albadoro e Alfageme in difficoltà.
    • “Sono contento di tutti. Charpentier è superiore finora, gli altri due non parlerò mai male”.
  • Cosa è cambiato rispetto al Bari, una settimana fa?
    • “Probabilmente se ci fosse stata un’altra terna arbitrale, o comunque in una giornata meno negativa, allora staremmo parlando di altro. Oggi la Reggina ha vinto immeritatamente, complice una terna arbitrale, spero non in forma”.

DI PAOLANTONIO – CENTROCAMPISTA AVELLINO

  • Un pò di rabbia dopo oggi.
    • “Parlano i fatti. Il più rammaricato è Giuliano (Laezza, ndr), l’arbitro era lì vicino. A mio avviso, anche se la Reggina è superiore, la squadra si è applicata. Dispiace molto, a tutti”.
  • Cosa è cambiato secondo de, rispetto a quindici giorni fa?
    • “Stiamo prendendo il carattere del nostro allenatore che è uno sanguigno. Dobbiamo stare alti di ritmo”.
  • Più consapevolezza magari di quello che siete.
    • “Eravamo una squadra che faceva cose molto diverse. Siamo molto più alti, aggressivi, giochiamo in modo completamente diverso. La partita di oggi è un rammarico, ci tenevamo a portare un punto a casa”.
  • C’è solo da farvi i complimenti, non avete meritato questa sconfitta.
    • “Siamo giovani, molti al primo anno in Lega Pro. Un pò di furbizia ci farebbe comodo. L’unica cosa che possiamo rimproverarci è stato non aver limitato i cambi della Reggina; abbiamo lottato su ogni pallone e questa è la strada giusta”.