Avellino, ritorno alla vittoria in trasferta: 2-1 all’Ostiamare

36

FORMAZIONE

4-4-2 riconfermato da Graziani, che là davanti si affida ancora al duo Ciotola-De Vena, con Sforzini che dopo settimane torna ad accomodarsi in panchina. Riconfermato anche Carbonelli sulla sinistra, inamovibile Tribuzzi. In difesa titolare Dondoni, mentre Nocerino sostituisce Patrignani fermo per qualche fastidio. Prima convocazione per Di Paolantonio.


PRIMO TEMPO

10′ – Pericoloso l’Ostiamare con un cross nel mezzo messo dalla sinistra: l’Avellino si salva con una perfetta diagonale difensiva di Parisi.

17′ – VANTAGGIO AVELLINO – Calcio di punizione di Tribuzzi nei pressi della linea del fallo laterale: la palla messa in mezzo trova qualche leggera deviazione prima e poi il tap-in vincente di CN7, Nicola Ciotola, alla terza rete consecutiva. Grande ripresa per il numero 7 dopo il rigore sbagliato qualche settimana fa.

35′ – Avellino ancora avanti con un super Ciotola: affondo sulla destra e spiovente nel mezzo che non trova il solito Tribuzzi, anticipato da un difensore dell’Ostiamare.

Niente recupero e primo tempo che si conclude sul punteggio di 0-1 per l’Avellino, che mostra tutt’altro carattere rispetto alle scorse uscite, proprio come auspicava Graziani nella conferenza della vigilia. Effettivamente, è l’Avellino che comanda il gioco rendendosi talvolta pericoloso, mentre l’Ostiamare attende e prova a farsi vedere con qualche azione estemporanea o qualche giocata personale di qualche elemento di spicco, come il numero 9 della squadra romana, De Iulis. In sintesi, un primo tempo che non ha regalato tantissime emozioni ma che porta in consegna un ottimo Avellino, quindi bene così.


SECONDO TEMPO

8′ – Brividi per l’Ostiamare, con uno stacco di testa di De Vena che si alza sopra la trasversale della porta sorvegliata dall’estremo difensore della squadra litoranea romana.

15′ – Occasionissima per l’Ostiamare: Bellini batte un angolo cercando la giocata e calciando di conseguenza direttamente in porta; bene Lagomarsini che riesce a sventare la minaccia portata in avanti dalla squadra di casa.

37′ – RADDOPPIO AVELLINO – Sforzini, subentrato a Ciotola, va via di forza ai suoi avversari e calcia in area, con tanto di deviazione che però non favorisce la parata di Barrago costretto ad incassare la seconda rete odierna.

43′ – GOL OSTIAMARE – Una partita ormai in ghiaccio per l’Avellino viene improvvisamente riaperta da un erroraccio di Lagomarsini che difatti offre un assist a Chinapah che a porta sguarnita accorcia per i padroni di casa.


Tre minuti di recupero e qualche sofferenza consegnano all’Avellino la vittoria per 2-1, una vittoria che proietta i Lupi a ridosso del Trastevere (oggi inoperoso per impraticabilità di campo), distante ora solo due punti e con lo scontro diretto che attende le due squadre domenica al “Partenio”.

Ritornando alla partita, è stato un secondo tempo che ha regalato qualche emozione in più rispetto al primo. Logico aspettarsi un ritorno dell’Ostiamare che è arrivato puntuale e al quale l’Avellino è riuscito a resistere davvero bene, andando in sofferenza un pò sul finale.

Sarà dunque una settimana più tranquilla quella che attende i Lupi, una settimana preparatoria al match contro il Trastevere, match d’alta quota atteso da tempo e che potrà finalmente dare qualche responso in più sulle vere forze di entrambe le squadre e dell’intero campionato.