Avellino, scuola devastata e saccheggiata: danni per 150mila euro, a rischio l’avvio dell’anno

150

AVELLINO – Settecentomila euro spesi due anni fa dalla Provincia per riqualificare l’istituto e restituirlo alla comunità.

Centocinquantamila euro di danni causati la notte scorsa da delinquenti patentati. E’ la strano destino dell’IPIA Amatucci di Rione Parco, diretto dalla professoressa Maria Teresa Brigliadoro e finito nel mirino di vandali che hanno distrutto l’interno della scuola e le suppellettili.

Stando alla ricostruzione della Polizia, giunta sul posto avvertita da un abitante del luogo, più di una persona sarebbe entrata dalla porta di un laboratorio, forzandola e poi cominciando a polverizzare qualunque cosa: porte delle aule, pannello di controllo dell’impianto elettrico, computer, server, bagni, pareti. Non sono stati risparmiati i cavi di rame, che sono stati divelti e portati via.  Come nelle migliori tradizioni, i delinquenti hanno rotto i distributori automatici di bevande e bivaccato all’interno dell’istituto.

Nel deposito dei laboratori gli armadietti sono stati sfondati, il gabbiotto di accoglienza distrutto, gli estintori svuotati in terra, la stanza della dirigente completamente messa a soqquadro. Nel mirino ance la palestra, dove hanno dato sfogo alla loro furia.

Danni calcolati per circa 70mila euro, oltre ad altri 70mila di materiale trafugato. L’apertura della scuola, prevista per il 14 settembre prossimo, è ora a forte rischio. Va aggiunto che il 10 settembre si conoscerà l’esito del bando che la Provincia aveva indetto per garantire la sicurezza dell’istituto. Danno e beffa, insomma.