Avellino, secondo stop consecutivo per Capuano: finisce 3-1 per il Catanzaro

43

Seconda sconfigga consecutiva per l’Avellino di Capuano, che al “Ceravolo” di Catanzaro, esce sconfitto per 3-1: decisivo l’uno-due nel primo tempo che in un certo modo ha tagliato le gambe dei lupi. Poco gioco nella prima frazione, lo stesso per quanto riguarda la seconda. Poche idee, ma quando si alza il pressing qualcosa di buono si è fatto (vedi l’azione del gol). Segue la cronaca della gara.

FORMAZIONE

Capuano rinuncia ad una punta e si affida al solo Charpentier, supportato da Micovschi. De Marco e Rossetti sono i due interni di centrocampo. In porta, torna titolare Abibi, a scapito di Tonti.

PRIMO TEMPO

  • 7′ – Kanouté va via, sfruttando un rimbalzo della palla sul terreno; Celjak superato ma palla deviata in angolo.
  • 11′ – Spina nel fianco dei Lupi è Kanouté: altro scambio e inserimento a fari spenti di Nicastro, pescato però in fuorigioco.
  • 20′ – Occasione colossale per l’Avellino: su un pallone recuperato, Micovschi si aggiusta per la conclusione e spara un bolide che si stampa sull’incrocio dei pali, a Di Gennaro battuto.
  • 24′ – VANTAGGIO CATANZARO – Cisolo apre bene a destra per la conclusione di Statella; Abibi risponde bene anche sulla conclusione di Kanouté da sotto misura, ma poi non può nulla sul tap-in di Favalli.
  • 28′ – RADDOPPIO CATANZARO – Ancora un inserimento di Nicastro tra le belle statuine di Illanes e Zullo, premiato da un cross al bacio di Favalli.
  • 36′ – Prova a farsi vedere l’Avellino, grazie a Charpentier: destro dal limite e palla fuori di poco.
  • 39′ – Contropiede dell’Avellino mandato in pappa da Rossetti: Micovschi conduce palla, Charpentier crea lo spazio ma il destro del numero otto è da dimenticare.
  • 40′ – Fuori Illanes, dentro Silvestri per l’Avellino: cambio dovuto ad un infortunio del numero 20, occorso in occasione del vantaggio dei padroni di casa.
  • 43′ – GOL AVELLINO – Pressing alto di Rossetti che recupera palla e prova a servire un compagno in area; palla troppo lunga per Charpentier, Di Gennaro la buca ed allora è gioco facile per Di Paolantonio, che insacca la rete della speranza.
  • 46′ – L’Avellino sfiora il pari su un angolo del capitano, con Laezza che manca di un soffio l’impatto con la sfera.

SECONDO TEMPO

  • 46′ – Avellino subito in difficoltà: Kanouté punta Zullo, che però tiene bene il passo e costringe l’avanti di casa a calciare ampiamente a lato.
  • 48′ – Pallone perso e Kanouté stavolta ci prova da distanza siderale, calciando fuori ma non di molto.
  • 53′ – Kanouté spina nel fianco dell’Avellino: altra girata in area che finisce larga, ma troppa libertà per il numero sette.
  • 58′ – Capuano aumenta il peso offensivo della squadra: fuori Parisi e Rossetti, dentro Albadoro e Karic.
  • 61′ – Karic vede uno spiraglio e prova a premiare il taglio di Charpentier, ma Signorini tappa il buco.
  • 66′ – Punizione per i Lupi con Micovschi che ci prova ma senza inquadrare la porta.
  • 72′ – Charpentier parte spalle alla porta ma va via con facilità al suo marcatore raggiungendo il fondo; la palla messa in mezzo è deviata e su di essa si fionda Micovschi che sovrasta Statella, calciando in equilibrio precario.
  • 76′ – GOL CATANZARO – Altro scivolone, in senso figurato e letterale, di Laezza e autostrada spalancata per il suo avversario che imbecca Kanouté: sangue freddo, dribbling su Abibi e 3-1 in tasca dei giallorossi.
  • 86′ – Contropiede divorato dal Catanzaro, che avrebbe chiuso definitivamente la gara.
  • 89′ – Albadoro prova a costruirsi la rete, ma al momento del tiro strozza troppo il sinistro, calciando fuori.