Avellino – Sorpresi di notte con machete: denunciati due romeni

150

I Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria due giovani di origini romene ritenuti responsabili del reato di “porto abusivo di armi”.

Prosegue senza sosta la lotta alla piaga rappresentata dalla criminalità predatoria, condotta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino e che ogni giorno vede impegnati i militari dell’Arma in un capillare controllo del territorio teso a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

Nel corso di un servizio notturno svolto nel capoluogo irpino, una pattuglia della Sezione Radiomobile ha fermato un furgone con a bordo due giovani stranieri.

Insospettiti dal loro inspiegabile nervosismo, i Carabinieri hanno approfondito l’accertamento. Si tratta di un 20enne e un 33enne, entrambi di origini romene e residenti a Monteforte Irpino. E all’esito della perquisizione, gli operanti hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro un machete, occultato all’interno del veicolo.

Alla luce delle evidenze emerse, per i due giovani – che non hanno saputo fornire una valida giustificazione in merito al porto di quanto rinvenuto – è scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.