Avellino-Teramo, le pagelle: tante conferme e qualche bella scoperta

42

Vittoria, meritatissima e grande spettacolo dell’Avellino. Teramo sconfitto e morale che si alza per la piazza. Michovski e Karic firmano la vittoria. Seguono le pagelle, tra molte conferme e qualche bella sorpresa, vedasi Illanes e Karic, cha hanno impressionato per l’impatto sul mondo irpino.

DIFESA

ABIBI – 6.5 – Due parate, buone specie perché arrivate sul punteggio ancora in bilico.
ZULLO – 6 – Partita pulita e senza affanni per lui.
MORERO – 6 – Anche per il capitano, vale lo stesso discorso fatto per Zullo, e che vale anche per Illanes, in quanto il reparto arretrato questa sera è stato pressoché perfetto.
ILLANES – 6,5 – Esordio ottimo dell’argentino, ben coordinato con gli altri suoi due compagni di reparto.

CENTROCAMPO

LAEZZA – 7 – Nell’inedita posizione di esterno destro, tra l’altro a metà campo, non se la cava affatto male, rivestendo bene il ruolo di fluidificante. Una buona variante su quella zona di campo.
DE MARCO – 6 – Sufficienza di incoraggiamento per il neo-tesserato dell’Avellino, autore di una buona prova questa sera.
DI PAOLANTONIO – 7 – Altra super prestazione per il perno del centrocampo avellinese: in un paio di occasioni poteva andare a segno, non ci è riuscito, ma la sua gara resta super.
ROSSETTI – 6.5 – Prestazione più di sostanza che di qualità; quando questa fuoriesce, arriva l’assist per il vantaggio irpino e qualche buona occasione.
PARISI – 6.5 – Conferma importante anche per lui, sempre presente quando chiamato in causa.

SILVESTRI – 6 – Entra bene, non sbaglia nulla in fase di costruzione.
KARIC – 6.5 – Subentrato, in poco più di venti minuti ha fatto vedere tutte le sue doti: dribbling e tiro in occasione del gol, piede delicato e buona corsa durante le ripartenze. Se queste sono le premesse, farà molto bene.
PALMISANO – S.V.

ATTACCO

MICHOVSKI – 6.5 – Nella posizione di esterno destro sembra non trovarsi completamente a suo agio, poi trova il gol e si scioglie, diventando più pericoloso.
ALBADORO – 5.5 – Isolato lì da solo in attacco, dove in sostanza si trova a fare reparto da solo, è un pò abbandonato a se stesso. Difende qualche buon pallone e fa salire la squadra quando necessario, vedendo però poco la porta. Sufficienza di fiducia.