Avellino, un regolamento di tutela per gli animali

71

Avellino: l’Ammministrazione Ciampi approverà un regolamento ad hoc per gli animali

Lotta serrata al randagismo e maggiore tutela di cani e gatti. E’ uno degli obiettivi dell’assessore all’Ambiente Massimo Mingarelli, reso noto al margine della conferenza stampa di presentazione della cerimonia di benedizione degli animali in programma il prossimo 4 ottobre, alle 18.30, dinanzi alla Chiesa di San Ciro, organizzata dall’associazione “In ricordo di Lacuna”.

Avellino

“Avellino – afferma l’assessore Mingarelli – non ha un regolamento specifico per gli animali da affezione in particolare e per gli animali in genere. E’ una carenza che si fa sentire, perché tramite un apposito regolamento, si è in grado di gestire in modo più consono il rapporto tra i cittadini e gli animali.

Si disciplinano le modalità tramite le quali la città deve approcciarsi non solo ai cani padronali, ad esempio, ma anche al fenomeno del randagismo, fenomeno di cui, come amministrazione, ci stiamo occupando in modo serio. Redigere un regolamento è uno degli obiettivi che ci prefiggiamo di raggiungere in tempi brevi, ci stiamo lavorando. Faremo di tutto per evitare che cani e gatti ed animali in genere subiscano maltrattamenti e soprusi”. Sulla stessa lunghezza d’onda l’assessore alla Cultura, Michela Mancusi. “Invitiamo tutti a partecipare alla cerimonia del 4 ottobre, proprio perché nella giornata in cui si ricorda San Francesco, sarà sottolineato di quanto sia importante che tutti gli esseri viventi, umani e non, che abitano questa terra, abbiano gli stessi diritti. Noi, come amministrazione, ci opponiamo a qualsiasi forma di violenza nei confronti di qualsiasi essere”. Assente per motivi istituzionali, l’assessore alle Politiche Giovanili, Donatella Buglione, ha voluto comunque far arrivare il suo messaggio agli organizzatori ed alle giovani generazioni: “Ai giovani mi sento di rivolgere un invito: utilizzate un po’ del vostro tempo libero con associazioni che tutelano gli animali, sarà tempo ben speso e certamente non ve ne pentirete.

Come assessore alle Politiche Giovanili mi impegno ad organizzare, di concerto con le associazioni animaliste e con chiunque voglia collaborare, una campagna mirata all’interno delle scuole e non solo, volta all’adozione di cani o gatti abbandonati. Inoltre, cercheremo di far capire l’inutilità dei botti natalizi che tanto spaventano i nostri amici animali”.