Avellino: Vernicefresca Teatro presenta il nuovo spettacolo “Tempesta”

101

Vernicefresca Teatro presenta il nuovo spettacolo di narrazione “Tempesta”, liberamente ispirato a “La Tempesta” di W. Shakespeare, in scena martedì 26 marzo alle ore 18.00  presso l’Auditorium della Parrocchia di Rione Parco. La Direzione Artistica è del M° Angela Picardi. L’evento è inserito nel programma “Pensieri periferici – Festival del pensiero itinerante” cofinanziato dal P.O.C. Campania 2014/2020

“Non devi aver paura, l’isola è piena di rumori, suoni e dolci arie che danno piacere e non fanno male. A volte sento mille strumenti vibrare e mormorarmi alle orecchie, e a volte voci che, pur se mi sono svegliato, dopo un lungo sonno, mi fanno addormentare di nuovo. E poi, sognando, vedevo spalancarsi le nuvole e apparire ricchezze pronte a cadere su di me, così, svegliandomi, piangevo per sognare ancora”.

È da queste parole di Calibano che muove i suoi passi la nostra tempesta, tutta da ascoltare col cuore spalancato e la mente pronta a sognare quello che non vediamo ma che forte riusciamo a sentire.

Una musica che scaccia il silenzio e conduce la Tempesta dentro le nostre orecchie. Perchè la tempesta non appartiene solo al mare, ma a tutti gli abitanti dell’isola di Prospero. Tempestoso è il suo potere. Tempestoso è il viaggio di Ferdinando per giungere all’amore mai provato prima. Tempestoso è il temperamento di Calibano e di Ariel. Tempestoso è tutto il mondo, fuori e dentro l’isola, con i suoi giochi d’amore e potere nel loro ripetersi.

Prospero, Miranda, Ariel, Ferdinando, Calibano e tutti gli altri guidano lo spettatore in questo adattamento che non tradisce il linguaggio del bardo londinese e che cerca di rispettarne parole e significati. La narrazione è quasi sempre accompagnata dalla musica: quella prodotta dai diversi strumenti suonati in scena, ma anche quella generata dalla voce umana, dal canto, dal respiro.