Benevento, Area di servizio nel mirino dei malviventi

196

Torna in azione la “banda del flex”, così come è stata chiamata la gang che da diversi giorni prende di mira i distributori di carburante del capoluogo. Stavolta a farne le spese, è stata la stazione di rifornimento “Goil” in Via Aldo Moro, al rione Pacevecchia, dove i malfattori, la notte scorsa, con un flex sono riusciti a perforare la base della colonnina self-service e a prendere i soldi che si trovavano all’interno.

Questa volta, però, il bottino è stato magro, di soli 10 euro, visto che i titolari dell’area di rifornimento, avevano prelevato l’intero incasso della giornata, ma comunque i proprietari dovranno aggiustare la colonnina del self-service che è stata rovinata. Sul posto, dopo l’accaduto, subito c’è stato l’intervento della Squadra Volante della Questura beneventana, che ha constatato i danni provocati dalla banda.

E’ il secondo episodio in poco tempo, infatti, il 15 aprile scorso, i malfattori erano riusciti a rubare, con la stessa procedura,  5.810 euro dalla colonnina self-service della stazione di rifornimento “Eni” di contrada Olivola, lungo la SS372. Mentre, quanto successo ieri mattina presto al distributore “Agip” di via Napoli, al Rione Libertà, è stata una vera e propria rapina. Anche in quella circostanza, il piano dei malviventi si è concentrato sulla colonnina self-service, e gli stessi sono riusciti a rubare 4000 euro.