VIDEO | Benevento, Baroni torna nello stadio della storia: il ricordo di un sogno e il dovere di battersi

181

NAPOLI – Il 7° minuto di quella domenica 29 aprile 1990 è impresso a fuoco nella mente e nel cuore di Marco Baroni.

Il difensore centrale, maglia numero 6 sulle spalle, raccolse un calcio di punizione al bacio di un tale Diego e, con un terzo tempo perfetto (video in basso), scaraventò sfera e tensione alle spalle di Fiori. Il San Paolo ribolliva di passione, di colori, di attesa: il Napoli di Albertino Bigon era a un punto dal secondo Tricolore. A consegnarglielo, quel giorno, fu Marco Baroni da Firenze.

Sono trascorsi 27 anni da quel giorno. Il Napoli ha avuto è passato dagli altari alle polveri e dalle polveri sta tornando agli altari. Baroni, invece, torna al San Paolo, dove certamente verrà accolto da un grande ed emozionante applauso. Ricambierà l’affetto altrettanto certamente, perché perché la storia non si dimentica, ma poi si accomoderà in panca, riporrà sensazioni e sentimenti nel taschino della giacca e proverà a guidare il suo Benevento contro la corazzata di Maurizio Sarri.

Non sarà affatto semplice: il Napoli sarà affamato di riscatto dopo il passo falso e la pessima prova contro lo Shakhtar Donetsk. Senza contare che, di suo, gli azzurri hanno una filosofia di gioco ormai collaudata. “Proveremo a depotenziarli”, ha affermato in conferenza stampa l’allenatore dei sanniti. “A Napoli a testa alta”, gli ha fatto eco il ds Di Somma. Insomma, nessuna resa preventiva, tutt’altro. Quella, forse, la si concederà solo alle emozioni.

Lo stacco di Marco Baroni, che valse il secondo Scudetto per il Napoli
Lo stacco di Marco Baroni, che valse il secondo Scudetto per il Napoli