Benevento, Baroni prende il Toro per le corna: Rispetto, ma siamo affamati di punti. Vigorito-Pavoletti: retroscena

136

BENEVENTO – Un Marco baroni deciso, quello che si è presentato stamane in sala stampa per la consueta conferenza prepartita.

Tanti gli argomenti toccati dal mister: i nuovi, le nazionali, la condizione fisica, l’approccio alla Serie A, il modulo. “I nazionali si sono aggregati ieri: a parte Puscas, che ha svolto una seduta defaticante, gli altri si sono allenati col resto del gruppo. La condizione generale è buona, anche se c’è qualche acciacco in giro: Lazaar, Armenteros, Lombardi hanno dei problemi, così come Costa che sarà indisponibile. Chibsah è invece arruolabile, anche se fisicamente non al cento per cento”.

Domenica, intanto, al “Vigorito” arriva il Torino di Sinisa Mihajlovic e del “Gallo” Belotti. “Non solo – ribatte Baroni -: è un collettivo ben impostato, molto muscolare a centrocampo e forte sulle fasce e in avanti. Non a caso ci toccherà mettere in campo una straordinaria intensità e ridurre le disattenzioni. Abbiamo grande considerazione dei granata, ma abbiamo anche bisogno di punti, e abbiamo l’occasione di cominciare davanti al nostro pubblico”. Il ritiro comincerà già domani, sempre a Venticano, “per accelerare il processo di conoscenza” tra vecchi e nuovi.

Quanto al modulo, Baroni assicura di non essere “legato ad alcuno sistema di gioco. Ma ora non vedo la ragione di cambiare, ci sono molte cose che vanno bene. E poi devo conoscere bene i nuovi arrivati, può darsi che deciderò di lanciarli nella mischia subito. Dobbiamo sbloccarci, portare a casa una vittoria e continuare a lavorare con serenità”.

Il presidente Oreste Vigorito, intanto, è tornato sulle operazioni effettuate in sede di calciomercato dal Benevento: “Abbiamo centrato il 98% degli obiettivi”, ha dichiarato a Radio Kiss Kiss Napoli, aggiungendo che “De Laurentiis mi aveva chiamato chiedendomi la disponibilità a negoziare l’acquisto di Pavoletti. Avrebbe voluto darcelo e lo abbiamo trattato, ma alla fine non siamo riusciti a trovare un’intesa”.