Benevento calcio, Micai spinge la palla nella sua porta e regala tre punti d’oro al Benevento

12

Il derby per un posto al sole se lo aggiudica il Benevento, complice un grossolano errore del portiere granata che, senza avversari, esce in tuffo e spinge la palla nella sua porta sguarnita. Tre punti d’ora invece per i sanniti volano a soli tre punti dal Brescia, in testa alla classifica.

Le due squadre partono lente generando un sostanziale equilibrio per il primo quarto d’ora. La prima conclusione verso la porta avversaria è del Benevento all’11’ con Improta che imbeccato in verticale da Insigne, manda di poco a lato. Risponde la Salernitana con Casasola ma il suo colpo di testa alto. Quindi al 23’ Anderson di testa impegna Montipò, mentre un minuto dopo Bonaiuto si allunga e con la punta sfiora il vantaggio. Ritmi alti, partita fisica, le squadre in campo non si risparmiano ma il primo tempo si chiude sullo 0 a 0.

Il secondo tempo si apre con una clamorosa papera di Micai che regala il vantaggio al Benevento: cross di Insigne, il portiere granata esce ma, inspiegabilmente, invece di usare il pugno per allontanare colpisce la palla con la mano spingendola incredibilmente alle sue spalle: nella sua porta sguarnita.

La Salernitana accusa il colpo e al 61’ il Benevento potrebbe raddoppiare ma Micai salva a tu per tu con Coda. La Salernitana cerca disperatamente il pari e si scopre vulnerabile sulle ripartenze del Benevento, che però non graffia. Gregucci manda in campo Calaiò, al debutto, e l’esperto attaccante sembra essere la mossa giusta, ma il suo gol è in fuorigioco.

Inutile l’arrembaggio finale dei padroni di casa. Il Benevento ringrazia e porta a casa i tre punti.