Benevento calcio, sconfitta pesante per i sanniti che con Coda sbagliano anche un calcio di rigore

126
Al Vigorito passava un treno importante che il Benevento ha perso confermando tutte le preoccupazioni dei tifosi dopo un avvio di campionato tutt’altro che esaltante. Alla fine quel treno lo ha preso il Verona che ringrazia e con questa vittoria supera i giallorossi in classifica.
Parte forte il Verona che sin dai primi minuti del match dimostra di essere più in palla dei giallorossi. Dopo un brivido causato da un gran tiro di Tello che si spegne sull’esterno della rete, gli scaligeri vanno a un passo dal gol del vantaggio. Al 21′ Matos sfonda sulla destra e mette in mezzo un pallone solo da spingere in rete, ma Di Carmine si divora il più facile dei gol e spedisce fuori la palla da due passi. Al 24′ si fa vedere il Benevento. Coda ci prova con un diagonale veloso che termina di poco a lato, poi al 33′ Silvestri vola a dire di no alla gran botta di Bandinelli dal limite dell’area.
All’inizio della ripresa, la musica non cambia. Il Verona mette ancora i brividi al Benevento con Lee che con un destro a bruciapelo accarezza il primo palo. Al 49′ la svolta della gara. Costa, già ammonito, mette giù Zaccagni al limite dell’area. Secondo giallo e Benevento in dieci. Ne approfitta il Verona che passa. Lee calcia, Montipò respinge male e si supera sul tentativo di tap-in di Di Carmine, ma non può nulla sul tocco da due passi di Matos.
Al 54′ il Benevento potrebbe riportarsi subito in parità, con un calcio di rigore concesso per il mani di Lee. Dal dischetto si presenta Coda, che spreca in maniera sciagurata con cucchiaio che finisce docile tra le braccia di Silvestri, rimasto fermo al centro della porta. Montipò tiene in piedi i campani con un gran parata sull’incursione in area di Crescenzi, il Benevento ci prova con cuore e orgoglio in un finale nel quale viene ristabilita la parità numerica per l’espulsione di Balkovec, ma senza successo.