Benevento: avvistate cicogne bianche lungo il corridoio ecologico del Fiume Calore

228

A Benevento, per la precisione nella zona commerciale-industriale di contrada Pezzapiana, in un’area pianeggiante attraversata dal fiume Calore, è stata avvistata una coppia di cicogne bianche. I volatili sono stati visti accovacciati su un palo della luce durante un momento di sosta lungo la rotta migratoria che li condurrà a svernare nel continente africano.

L’avvistamento accende i riflettori su una questione fondamentale dal punto di vista naturalistico ed ambientale, ossia quella relativa ai cosiddetti corridoi ecologici che sono di vitale importanza per le tante specie di uccelli che a partire dalla fine di agosto intraprendono il loro volo migratorio. I corridoi ecologici sono zone, create dalla natura o dall’opera dell’uomo, che permettono il passaggio da un habitat ad un altro e favoriscono i flussi biologici mettendo in connessione le comunità animali ed incentivando lo scambio genetico tra individui che popolano territori differenti. In tale ottica, corridoio perfetto è il fiume: lungo i corsi d’acqua, infatti, gli animali si spostano più agevolmente avendo a disposizione una sicura fonte di cibo nonché aree dove sostare per riposarsi.

Per queste ragioni è fondamentale preservare i corridoi ecologici e far sì che essi si mantengano il più possibile liberi da opere umane invasive e potenzialmente capaci di disturbare il volo degli uccelli che si vedrebbero così costretti a mutare le loro rotte optando per percorsi alternativi più lunghi e disagevoli.

A seguito dell’avvistamento, la LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) sannita ha comunicato che le aree intorno alla città di Benevento rappresentano uno snodo fondamentale della rete ecologica di interesse non solo interprovinciale ma addirittura interregionale, infatti il territorio intorno e nel centro urbano di Benevento si presenta con una molteplicità di confluenze fluviali e torrentizie. Per gli anni a venire, l’obiettivo primario sarà quello di creare le condizioni ottimali per favorire soste più prolungate della cicogna bianca e, se possibile, anche la sua nidificazione nelle zone fluviali intorno al capoluogo sannita.