Benevento, Corteo disoccupati: “50 milioni per i cantieri, noi senza lavoro”

165

BENEVENTO – “50 milioni di euro in cantieri, noi senza lavoro”. Questo lo striscione che ha aperto il corteo dei “ Disoccupati Organizzati di Benevento”, che ha preso il via stamattina da Piazza Orsini, per poi proseguire verso il Rione Ferrovia e lungo Viale Principe di Napoli.

Lo slogan è stato scelto dai promotori della manifestazione perché: “ Nell’area Unesco di Benevento, vengono ripetutamente concessi lavori pubblici ( pari a 50 milioni di euro), in gran parte realizzati da ditte provenienti da altre città campane. Ogni giorno apre un nuovo cantiere, ciò nonostante la città continua ad avere un alto tasso di disoccupazione, con la maggior parte degli operai edili senza impiego. Molto spesso, le leggi e i protocolli che obbligano di assumere almeno il 50 % dei lavoratori locali vengono ignorate e le stesse istituzioni locali non fanno nulla per farle rispettare”.

Il corteo, proprio per questo, ha sfilato lungo Viale Principe di Napoli, al Rione Ferrovia, teatro in questi giorni di lavori pubblici e privati. Le proteste continuano: “ Siamo stanchi e se continuiamo a restare divisi e a cercare singolarmente l’aiuto del politico di turno e delle istituzioni, non ce la faremo mai a riprenderci il nostro diritto al lavoro, perché saremo fragili e messi l’uno contro l’altro. E’ importante essere uniti, per salvaguardarci dagli attacchi che ogni giorno subiamo, e che mettono in pericolo le nostre condizioni di vita, è fondamentale una lotta unitaria, affinché una volta per tutte venga riconosciuto il nostro diritto al lavoro. Ognuno di noi deve fare i conti con il costante rialzo dei costi per avere una vita dignitosa, questi bisogni devono avere un’organizzazione unitaria, lontana da qualsiasi forma di inerenza partitica e sindacale”. Infine, l’ultimo appello ad “unirsi alla lotta”, è stato rivolto a tutti i disoccupati e precari di Benevento.